SEGUI QUESTO BLOG

Net-Parade

Migliori Siti

domenica 31 agosto 2014

AUTO SENZA ASSICURAZIONE

Tanto per cambiare!!!
Oggi vi voglio parlare di assicurazioni.
Le TV parlano molto spesso delle 
auto che circolano senza 
essere assicurate. 
Io vivo qui da quasi 60 anni e vi posso 
assicurare che qui non è possibile 
circolare senza essere assicurati, ora 
cercherò di spiegare come questo 
sistema funziona a perfezione.
Un episodio avvenuto a me nel 1960.
Possedevo una Vespa Piaggio 
150, ero contento e era 
ideale per spostarmi.
Ahimè dopo che mi era nata la mia 
bambina non bastava più la Vespa, 
così decisi con una vecchia Fiat 600,
pagando la differenza del valore,
tutto è andato in fretta, 4 giorni dopo
potei ritirare la macchina, non 
conoscendo ancora le regole 
Svizzere, successe che io 
lascia la Vespa nel garage 
dove avevo preso la macchina,
due giorni dopo 2 poliziotti in borghese 
si sono presentati chiedendomi dove 
era la targa della vespa, spiegai che si 
trovava sulla Vespa dove l'avevo 
lasciata in garage, per fortuna che 
hanno compreso che non ero 
conoscenza delle severe regole 
svizzere, loro stessi sono andati a 
prendersi la targa che era ancora sulla 
vespa, che non era più assicurata.  

Io ho avuto in questi anni 12 auto di diverse 
marche, nelle foto che seguiranno
vi faccio vedere due delle auto,
esattamente la  seconda e la terza, poi
anche le due  ultime, come noterete è 
sempre lo stesso numero di targa.
La ragione di tutto questo è che il numero
segue sempre il proprietario in qualsiasi
auto che si acquista, qui non esisto il bollo,
la tanga giustifica che la tassa della circolazione
è pagata. Parliamo ora dell'assicurazione,
per avere la targa bisogna prima giustificare
che l'assicurazione è stata pagata.
Vi sembrerà strano ma funziona a perfezione.
Ogni anno il mese di dicembre arriva il vaglia
per pagare l'assicurazione, se dentro la fine di
dicembre non verrà pagato, arriva la polizia
per levare la targa, la potrai avere nuovamente 
quando avrai pagato l'assicurazione.
questo vale anche per la tassa di circolazione
arriva il vaglia già pronto che lo devi pagare
entro l'anno altrimenti ti levano la targa.
potrai cambiare il formato per adattarlo
alla tua nuova vettura, basta annunciarlo
all'ispettorato della motorizzazione, appena 
la nuova targa con lo stesso numero
è pronta riceverai l'invito di prenderla
dovrai portando le vecchie targhe.

Ora parliamo del vantaggio di tutto questo.
se  per una ragione qualsiasi non vuoi usare
l'auto non fai altro che levare la targa e portare
nell'apposito ufficio che tu da quel giorno
non paghi ne tassa di circolazione ne 
assicurazione. Se poi tra qualche mese
desideri avere le targhe devi prima
recarti alla assicurazione e farti 
consegnare la ricevuta che è pagato.

Questo sottostante è estratto 
da una pagina dell'ispettorato 
delle motorizzazione. 
Sembra complicata ma vi assicuro
che molti lo fanno, immaginate
durante la settimana con il furgone
del tuo lavoro, sabato e domenica,
con la vettura, fuori serie, 
sempre con la stessa tanga.

Ecco sottostante le foto delle 5 auto
Qui nella prima non si nota la targa, 
è nel 1960 che prendo la Fiat 600, 
è con questa auto che siamo andati
a prendere la Manuela che ha la 
tenuta quasi per un anno!
nel mio libro ne parlo di questo!
la mia mamma si fa vedere 
orgogliosa di sedersi in auto.
 L'anno del grande gelo 1962  che pure il 
lago si era ghiacciato. Notate il numero della 
targa 136891 questo numero mi seguirà sempre
Anno 1965 lo stesso numero ma un'altra auto
queste soprastanti sono le tre prime auto.

un salto fino al 1995 sempre lo stesso numero.
Queste le due ultima auto che ha avuto 
Per finire l'ultima C 3 sempre lo stesso 
numero. Come vedete tutto funziona, 
quando si rispetta le regole!!!
Spero di essermi spiegato come è qui.
Un abbraccio forte a tutti una buona
domenica con l'augurio di iniziare 
bene una serena settimana.

106 commenti:

  1. Caro Tomaso,conosco la Svizzera solo per le sue meravigliose montagne dove,almeno una volta all'anno vado a sciare,naturalmente assicurato contro gli eventuali danni che posso arrecare.
    La Svizzera è un paese ordinato e civile,la nostra povera Italia,nò.
    Un abbraccio,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fulvio, anche qui ci sono delle cose che potrebbero migliorare, a in conclusione non ci possiamo lamentare.
      Credo che certe cose si devono insegnare già all'asilo che si deve rispettare le regole in tutto.
      Mi fa piacere sentire che conosci la Svizzera per le sue montagne e per gli impianti di sci-
      Ciao e buon inizio della settimana caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  2. Ciao Tomaso, stupende le foto delle tue auto negli anni, bellissimi anche i modelli e le modelle che posano nelle fotografie.
    In quanto al discorso delle assicurazioni, c'è poco da dire quando si rispettano le regole nulla è complicato, in Italia le regole non sono rispettate e i nostri burocrati fanno il possibile per rendere la vita impossibile ai pochi che vorrebbero fare le cose nel modo giusto.
    Un abbraccio, a presto, Romualdo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Romualdo, come hai visto i miei ricordi partono già dai anni 60 e qui ho imparato molte cose, che se rispetti le leggi è molto facile la convivenza, in Italia purtroppo non è solo che non rispettano le leggi ma ci sono altre cose, cioè la burocrazia complicata!!!
      Ciao con un abbraccio e buona settimana, amico.
      Tomaso

      Elimina
  3. Caro Tomaso, questo è un tasto che i riguarda da vicino, o meglio mi riguardava. Ho lavorato 35 anni in campo assicurativo e ti posso assicurare che la legge non era sempre facile da seguire soprattutto quando sono entrate in vigore le famose classi di merito Bonus/Malus. Ci arrivavano circolari a fiume da leggere e mettere in pratica da .... subito. Sapevamo dell'esistenza della targa unica vigente all'estero e tutti i risvolti positivi.
    Il campo assicurativo in Italia è una tale abbuffata di regole che davvero ci si ritrova sommersi e con fatica ci si barcamena. Son fitti sentieri di burocrazie anche se la legge Bersani ha lievemente sfoltito ma... non troppo!
    Ora molte compagnie straniere hanno assorbito moltissime compagnie italiane, ma le leggi in materia rimangono quelle italiane. C'è da sperare e intanto i prezzi qui lievitano a dismisura.
    Un caro saluto Tomaso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Carla, se tu conosci bene questo ramo di assicurazioni, credo che capirai che tutto parte dalla targa del veicolo assicurato, niente assicurazione, niente targa!!!, e senta targa non si circola...
      Ciao e buona settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  4. Ciao Tomaso, veramente interessante questo post....sono allibita, quel bel numero di targa che ti segue da tanto tempo è così tenero che mi vien voglia di giocare i numeri al lotto.....a parte gli scherzi io mi domando ma perché se in un altro paese le cose riguardanti un certo problema, ad esempio questo di targa, bollo e assicurazione, anche noi non cerchiamo di applicare le stesse modalità se sembra essere davvero così facile ed utile alla collettività? non la conoscevo io questa regola ma la trovo geniale! ma qui da noi troppa burocrazia, purtroppo qui è solo facile far diventare le cose difficili, però si potrebbe anche sperare......
    Grazie per aver condiviso tutto ciò, naturalmente belli anche i momenti immortalati.

    Un abbraccio,
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, sai pure io negli anni 60 mi sono meravigliato di questo sistema, la targa e del proprietario della macchina, e ogni macchina che cambia,
      verrà assicurata con quel numero, il resto è molto facile.
      Ciao e buona settimana cara amica, con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  5. Semplice, chiaro, funziona senza problemi. Ma se si risolvono i problemi, di che ci possiamo lamentare poi? Con chi ce la prendiamo? Qua non siamo abituati alle cose semplici, tutto deve essere complicato, ci vuole un esperto per tutto, c'è sempre qualcuno che ci marcia. E mi fermo qua. Buona domenica e buona settimana. Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Tina, credimi all'inizio non ci credevo lo ho dovuto provare per esperienza, per il cambio da moto ad auto!!!
      Poi tutto il resto lo ho potuto sempre apprezzare di come vanno qui le cose.
      Ciao e buon inizio della settimana con un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  6. Ciao Tomaso, è un ottimo sistema…chissà perché non lo attuano anche da noi?! In Italia sembra che chi rispetta le regole siano i soliti fessi e che i furbi la facciano sempre franca!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Carmen, purtroppo in Italia è così, ce chi la paga l'assicurazione anche per chi non paga, forse è questa la ragione che aumentano sempre.
      Penso che la soluzione sarebbe proprio quella che se non hai pagato prima l'assicurazione, niente targa...
      Ciao e buon inizio ella settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  7. Ciao Tomaso, sapevo già, anche se solo a grandi linee, che lì funziona così. Mi sembra un ottimo sistema, pratico e sicuro!
    Buona serata. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Daniela, solo così si è sicuri che le auto che circolano sono assicurate!!!
      Niente assicurazione niente targhe.
      Ciao e buona giornata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  8. Penso che sia un ottimo metodo di controllo e probabilmente anche meno oneroso visto che non si paga il bollo, ma l'Italia è una complicazione unica, qui invece di semplificare le cose le rendono più complicate.
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Adriana, ecco una cosa che non hai capito!
      il bollo è la tassa di circolazione del veicolo,
      noi qui la tassa di circolazione la paghi solo se il veicolo ha le targhe, viene tutto automatico.
      Dunque prima l'assicurazione, poi ti danno la targa e paghi la tassa di circolazione.
      È tutto come in Italia, solo che qui è la targa che giustifica che sei assicurato.
      Ciao e buona settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  9. hai ragione Tomaso qui sono molto bravi ad ingarbiugliare le carte sembra che si divertano a complicarci la vita per poterti multare ed incamerare altri soldi
    mi sembra comunque che per i motocicli questo sistema sia stato adottato ... perchè abbiamo rifatto alcuni anni fa la targa dello scooter e credo sia proprio questo sistema dovrebbero applicarlo anche alle auto ....belle queste foto di auto ...un abbraccio e buona serata
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giusi, per il sistema delle multe purtroppo pure qui ci sono, e le devi pagare senza tanti ricorsi!!!
      Parlando delle altre cose ci vuole che l'auto non assicurata non abbia la targa per circolare.
      Le foto sono reali come vedi mia figlia che era piccola e simpatica, ora ha già55 anni
      Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  10. lo trovo un buon metodo....semplice e pratico, a volte ci vuole solo la volontà di semplificare le cose.........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara Andreina, ci manca la volontà di fare una legge che la targa è la giustificazione che l'assicurazione è stata pagata!!!
      Ciao e bona settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  11. E' questa la differenza...noi siamo italiani loro sono svizzeri. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Edvige, la differenza è che tutti che circolano dovrebbero pagare.
      Qui anno trovato il sistema per essere sicuri che si paghi.
      Ciao e buon settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  12. Un sistema del genere ci vorrebbe anche qui. Sarebbe molto più semplice avere sempre la stessa targa.

    Buon inizio di settimana!

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Kylie, il bello è che la targa ce la danno solo se prima vedono se hai pagato l'assicurazione.
      Avendo sempre la stessa targa è facile sapere subito a chi appartiene l'auto!!!
      Buona settimana anche a te cara amica, bacione.
      Tomaso

      Elimina
  13. la logica e la semplicità in Italia alloggiano poco, per non dire per niente...purtroppo!
    un abbraccio Tomaso, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Federica, pensare che ci vorrebbe poco!!!
      Basterebbe che la targa venisse data solo dopo aver pagato l'assicurazione.
      Chissà che forse un giorno capiranno:-)
      Ciao e buona settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  14. Ciao Tomaso,
    che scatti spettacolari, come le auto bellissime!
    Purtroppo qui in Italia con le assicurazioni non si capisce più nulla...
    Buona giornata caro amico!
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella, lo so! ma come sempre le cose più facili le mettono da parte.
      Le foto giustificano che quel numero m seguirà sempre fino che io avrò l'auto.
      Buona giornata anche a te amica.
      Tomaso

      Elimina
  15. Grazie per avermi avvisata, ho subito provveduto:Ho inserito il tuo blog nei miei preferiti, spero ti faccia piacere.Ciao a presto , buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Pia, lo so che tanti non sanno che ce l'anno, perché ogni blog da nuovo esce con la verifica parola, e ti assicuro è fastidiosa.
      Grazie che ti sei messa trai miei lettori:-)
      Buona settimana anche a te nuova amica.
      Tomaso

      Elimina
  16. Ciao Tomaso, conoscevo le disposizione svizzere per quanto riguarda la targa , la tassa di circolazione e l'assicurazione...ed è davvero una legge ben fatta...qui invece non facciamo altro che complicare tutto...sempre di più.
    Ti auguro una felice settimana.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella, è sempre esistita qui in Svizzera, so che già nel 1955 che sono vento in Svizzera, e avevo comperato una vecchia Vespa 125 ho imparato questo sistema, e posso assicurare che va veramente a pennello!!!
      Ciao e buona settimana anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  17. Il sistema svizzero è senza dubbio migliore rispetto a quello italiano. Qui in Italia se non complichiamo tutto con varie norme burocratiche non siamo contenti . sigh.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Enrico,, purtroppo tante leggi italiane ci sono e la maggior parte non le rispettano.
      Quanto a qui in Svizzera, molte cose sono molto semplificate, ciò che in Itaia purtroppo non fanno.
      Ciao e buona settimana caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  18. Ciao zio !! ....formidabile post....molto istruttivo.....certo che noi in Italia per complicar le cose siamo campioni :-D

    Baciotti by Pixia!! TVB :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Pixia, sono molto contento di vederti qui!!!
      incomincia a sorridere, perché pure il tuo caro papà lo vuole, io ne sono sicuro!
      Parlando delle assicurazioni, la causa è che manca il sistema per fermare le auto senza essere assicurate, solo con il sistema usato qui, non assicurato non targhe!!!
      Cio e un abbraccio forte cara nipote.
      Zio Tomaso

      Elimina
  19. Effettivamente sembra complicata la faccenda ma in realtà è tutto molto semplice e po avere un numero di targa che è tuo finché possiedi una machina ritengo sia una buona soluzione.
    Io non ho più problemi di alcun tipo in questo campo dato che non possiedo e non guido auto da oltre 20 anni.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Aldo, sembra al primo colpo complicato! ma ti assicuro che è facilissimo, un esempio tutte le macchine che ci sono in mercato di occasione sono tutte senza targa, e ti assicuro che sono moltissime, che ne acquista una, il venditore stesso le prepara i documenti per assicurarlo, nel giro di 2 giorni la macchina ha la sua targa.
      e è assicurata. Sento che da vent'anni non guidi e non possiedi auto, credo che tu abbia fatto bene.
      Sicuramente si io abitasse in una città come Roma, con il caos del traffico rinuncerei pure alla macchina.
      Ciao e buona serata caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  20. Però trovo che la legge Svizzera di cui ci parli sia davvero ottima...così c'è meno burrocrazia, e minori costi di gestione sotto tutti i punti di vista. In Italia, che io sappia, si può solo sospedere l'assicurazione per qualche mese se non usi la macchina o se hai un'altro mezzo. Io l'ho fatto con il camper, però devi parcheggiarlo in una autorimessa o cortile privato....
    Un abbraccione a te..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Stefania, vedi quello che mi dici, che in Italia si può sospendere l'assicurazione per un piccolo periodo, per questo anche qui non puoi parcheggiare senza la targa, devi avere un parcheggio privato.
      Come vedi ogni paese a le sue leggi e bisogna accettarle.
      Ciao e buon serata cara amica, con n abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  21. ciao e grazie!!!!!!sempre super presente!!!!!buona vita!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Raffaella, sono veramente felice che tu sia ritornata!!!
      Un abbraccio forte e buona vita cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  22. Ciao Tommaso, avevo commentato il tuo post cosi pesantemente che forse non lo hanno pubblicato, qui da noi è impensabile una cosa simile, da voi è tutto più semplice ma funzionante, le assicurazione sono obbligatorie ma invece di farsi concorrenza si mettono daccordo come già successo in passato e chi è che paga è sempre il cittadino, siamo i campioni di burocarzie nel complicare le cose semplici... ma speriamo in un futuro migliore, si dice sempre così vero? Ciao amico mio e buona settimana, Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Angelo, lo so che in Italia tante cose non vanno, devi pensare che quando sono arrivato qui io, all'inizio ero rimasto sorpreso, e pensavo non troppo bene di tutti questi sistemi che tutti pagavano in anticipo, poi scoprii che eri sicuro che i danni fatti da terzi erano pagati molto in fretta.
      Parlando di speranza, verrei dire che la speranza non muore mai, dunque continuiamo a sperare.
      Ciao e buona giornata caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  23. Carissimo Tomaso che bel post hai realizzato, sei sempre un grande con la tua particolare attenzione verso tutti e che meraviglia, così si sveltisce la burocrazia e si vive meglio! Un abbraccio cariissimo amico! Notte serena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Stella, la piccola Svizzera, snellisce tante cose, però nello stesso tempo si paga molto, immagina che pure la bicicletta ha la sua targhetta e se la usi devi comperare la vignetta con un numero!!! in fondo però pure lei è assicurata, qualsiasi danno tu fai, graffio in una auto e investi qualcuno, l'assicurazione risponde di tutto.
      Ciao e buona giornata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  24. Ciao Tomaso finalmente sono rientrata e passerò con calma a leggermi ciò che mi sono persa.
    Conoscevo in grandi linee il sistema svizzero (decisamente migliore rispetto a quello italiano) ma, cattivamente, mi viene da dire che se le cose sono semplici in Italia in molti non riescono a marciarci...
    Un abbraccio a te e Danila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata cara Anna, spero che tu abbia passato un buon estate:-( se anche non si è fatto vedere:-)
      Vedo che conosci un po il sistema svizzero perciò capisci con chiarezza come funziona.
      Speriamo che con il temo anche in Italia qualcosa cambi e so possa essere più sereni.
      Ciao e buona giornata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  25. ciao Tomaso, che belle foto e che bei ricordi!ti auguro un buonissimo mese di settembre....a presto simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simona, la foto sono dei ricordi di un passato,
      che ci ricorda anche la nostra gioventù.
      Ciao e buona giornata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  26. Legge svizzera encomiabile, caro Tomaso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gianna, all'inizio mi sambrava che fossimo troppo controllati ma poi con il tempo compresi che era per il bene di ogni cittadino.
      Ciao e buona giornata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  27. In una nazione con poco meno di 8 milioni (2012) di abitanti e parco di veicoli stradali di 5,7 milioni (2013) ha un senso, ma riproporlo fedelmente in una nazione come l'Italia con un parco veicoli di 37.061.141 risulta assai più complesso, senza dimenticare che le forse dell'ordine hanno una mole di lavoro più elaborata di quella svizzera per poter epletare pratiche di ricerca targhe. Comunque il sistema è da rimodellare, ma ciò che è un bene per taluni non è necessariamente un bene per altri.
    Un salutone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Mark, purtroppo è vero in parte ciò che ai detto, cioè che qui ogni cantone è uno stato ed ha le sue leggi, ma questa del sistema che le auto senza assicurazione vengano bloccate, credo che anche in Italia i cervelloni dovrebbero almeno provare,.
      La cosa che vorrei farti notare che noi italiani abbiamo nel DNA quello di imbrogliare non importa come, e nessuno immagina che imbroglia se stesso.
      Prima di fine vorrei dirti che se trovassero il sistema di fermare le auto senza assicurazione quante meno auto ci sarebbe in circolazione, e questo sarebbe un bene per tutti, ciao con un caro saluto vecchio amico.
      Tomaso

      Elimina
  28. Purtroppo in Italia tutto è più complicato.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Cavaliere, dovrebbero provare per risolvere questo grande inconveniente, che girino la auto non assicurate!!! ciao un caro saluto, amico.
      Tomaso

      Elimina
  29. Ciao Fratellone, sai qui in Italia non vogliono copiare nemmeno se sono delle cose che funzionano siamo solo bravi a inventare senza perfezionare.
    on grande abbraccio
    se questa sera ci sei provo a chiamarti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tiziano, tu conosci un po come vanne queste cose!!!
      Parlando di skype se ti va bene dalle 7 in poi io ci sono.
      Ciao e spero che ora il tempo vada meglio.
      Tomaso

      Elimina
  30. Risposte
    1. Cara Elisabetta, un grazie a te delle tua gradita visita.
      Ciao e buon pomeriggio cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  31. Caro Tomaso, certo che in Sizzera sono molto ma molto più avanti di noi italiani per tante cose! Questa cosa delle targhe mi sembra ottima, mi chiedo perchè non può essere lo stesso anche da noi? Peccato che in Italia si tende a copiare solo le cose brutte e negative e non quelle positive e utili come questa qui che hai illustrato tu!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maris, la piccola Svizzera non è solo più avanti in tante cose, ma penso che la cultura già da bambini all'asilo le insegnano che le regole e le leggi si rispettano.
      Purtroppo in Italia noi italiani cerchiamo sempre se è possibile imbrogliare, e il sistema da molte occasioni come si vede ci sono quelli che pagano anche per quelli che non pagano. Scusami ma sono italiano e so come tutto funziona specialmente in Italia.
      Ciao e buona serata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  32. Caro Tomaso ho appena letto questo tuo interessante post pure al maritino e anche lui ha detto 'come al solito siamo in Italia , avevano pensato di farlo, ma poi noi italiani lo sappiamo come va a finire' ....ecco con questo ti ho detto tutto, qui si sa che le cose sono complicate, tasse su tasse, furbetti che non pagano...come possono mai migliorare le cose!??? Mi spiace ma è così!!! :-( Amara constatazione.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fiore, sappiamo tutti che quei furbetti fanno pagare di più a quelli che pagano...
      Credo che ci sia poca coscienza e che tutti se ne fregano.
      Fino che non troveranno il modi di fermare le auto non assicurate non cambierà niente!!!
      il sistema migliore è che la targa deve essere ritirata se non si è assicurati.
      Ciao e buona serata cara amica con un abbraccio forte forte.
      Tomaso

      Elimina
  33. Quando leggo che, in paesi come la Svizzera tutto funziona a dovere, mi chiedo perché non si sia mai riusciti a fare dell'Italia un paese davvero civile. Che tristezza...
    Grazie infinite per tutto ciò che condividi con noi, caro Tomaso. E' sempre un vero piacere leggerti.
    Un caro abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria Grazia, non tutti pensano che anche qui sia tutto in ordine pur troppo anche qui ci sono delle cose che una piccola parte no è contento.
      Ma se facciamo il conto con tutto quelle che va bene, io credo che meglio non è possibile.
      Credo che in Italia ognuno dovrebbe fare un esame di coscienza, e pensare a quelle cose che fa anche se no è permesso, le regole si rispettano!!! perché alla fine sono sempre gli stessi che debbono pagare.
      Grazie cara amica che ti vedo qui se pre con molto piacere, un abbraccio e buona serata.
      Tomaso

      Elimina
  34. Un blog molto interessante, tornerò a leggere con piacere e con la dovuta calma e attenzione.
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Seddy, vedo che sei nuova nel mio blog, e questo mi fa tanto piacere.
      Spero proprio che ritorni per conoscere un po da vicino questo vecchietto che prova a continuare.
      Credo che per conoscermi un po meglio potresti scaricare il libro della mia vita che si trova a sinistra in forma PDF, senza che io spieghi altro.
      Ho notato che hai un bel blog di cucina e mi sono messo come tuo lettore, sai i dolci mi piacciono tanto e da te cene sono molti.
      Ciao e buona giornata e a presto rileggerti.
      Tomaso

      Elimina
    2. Caro Tomaso, sei molto gentile! E' un piacere anche per me averti tra i miei lettori e grazie di cuore per i complimenti.
      Inoltre, da grande appassionata di letture, ti ringrazio per avermi consigliato il tuo libro, l'ho scaricato e presto lo leggerò, non vedo l'ora!
      Complimenti ancora per il tuo blog, ricco di argomenti interessanti e di vissuto.
      Un abbraccio forte anche a te.
      A presto!

      Elimina
    3. Cara Seddy, a me piacciono i blog di cucina e ho notato che metti sempre delle buone ricette di dolci, lo sai che quando si ha una certa età
      si diventa come i bambini e i dolci vanno a ruba:-). Parlando del mio libro mi ha fatto molto piacere che lo ai scaricato, è un semplice racconto di cose realmente vissute e mi piacerà sentire il tuo parere di una che piace tanto la letture.
      Ciao e buona serata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  35. Che belle le tue auto caro Tomaso! Per quanto riguarda le assicurazioni, l'efficienza svizzera è famosissima, in Italia lascia a desiderare! Un abbraccio e felice giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sciarada, io sono da 60 anni qui e subito ho capito che qui ce più ordine e responsabilità.
      Questo deriva che già all'asilo i bambini viene insegnato il dovere!!!
      Ciao e buon pomeriggio cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  36. Carissimo Tomaso, sei sempre molto attento e preciso, grazie di questa interessante informazione, purtroppo per noi un'altra dimostrazione di come non vadano per niente bene le cose da noi e basterebbe tanto poco per farle andare meglio!!! Come dici tu fin da piccoli si devono insegnare le regole e i doveri e a rispettarli, altrimenti ecco dove ci si ritrova e le conseguenze le paghiamo tutti!!!
    Che belle le foto delle 4 tue macchine....una piccola carrellata nel tempo!!!
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, sentendo sempre parlare della molte auto che circolano senza essere assicurati, ho voluto dimostrare che con il sistema della tassa di circolazione con la targa è più facile controllare.
      Dunque senza targa non si può circolare, ma vedo che l'Italia non copia questo sistema, che sarebbe più facile controllare se sono assicurati.
      Le foto sono belle e originali delle vecchie Fiat.
      Ciao e buona serata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  37. in Italia non è cosi, purtroppo, vedo fare spesso fotocopie del bollo assicurativo che usano per più auto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vedi, siamo specialisti noi italiani per imbrogliare, dunque la soluzione sarebbe come qui senza tanga non si circola.
      Ciao e buona serata caro Carmina

      Elimina
  38. Ciao Tomaso,
    sapevo questa cosa delle targhe perchè conosco la Svizzera e so come funziona ogni anno ci passo per raggiungere la Francia quindi conosco anche la famosa "vignetta". Belle le foto delle tue prime macchine. Tomaso, sono stata un po' assente ma venerdì ritorno, ci rileggiamo presto. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Audrey, certamente se tu passi spesso per la Svizzera vedrai pure che tutte le auto che sono in vendita di occasione sono senza targa.
      Le foto fanno vedere le belle Fiat di un tempo.
      Ciao e a presto rileggerti cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  39. Mi sembra un ottimo ed efficace sistema quello adottato in Svizzera, sistema che tu ci hai così chiaramente spiegato. Sarebbe molto opportuno che venisse applicato anche da noi ma temo che non ci sia proprio da sperarci.
    Ciaoooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Krilù, l'esperienza avuta dalla piccola Svizzera, già da oltre mezzo secolo continua ad essere efficace, e tutti i casi di incidenti vengono con facilità risolti.
      Un auto senza targa viene subito notata e subito tolta dal traffico.
      Come spiegavo che la targa giustifica assicurazione e tassa di circolazione.
      Sarà difficile iniziare in Italia ma con la collaborazione di tutti gli automobilisti potrebbe funzionare, non devono pensare solo a imbrogliare qualcuno.
      Ciao e credo che sia solo un sogno che l'Italia lo possano fare.
      Tomaso

      Elimina
  40. Io non lo sapevo proprio di questo sistema (anche se so che in Svizzera sono attenti su tutto e le regole ci sono con il risultato che c'è più ordine e sicurezza rispetto ad altri paesi). Certo che mi hai fatto venire in mente il caso di un ragazzo che è rimasto sulla sedia a rotelle a causa di un balordo che guidava un'auto senza assicurazione. I genitori del ragazzo hanno dovuto continuare a lavorare nonostante l'età, per cercare di garantire comunque un futuro economico al figlio. La madre mi raccontava tra le lacrime come il tizio che guidava senza assicurazione non ha fatto nemmeno un giorno di galera (e non ha sborsato un soldo visto che risultava nullatenente). Perché dobbiamo essere ridotti così quando basta prendere esempi come quello che hai fatto tu per risolvere una piaga grossa che causa tanti danni ? Che amarezza !! Ciao caro Tomaso, buona serata. Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marilena, ne ho sentito casi di questo genere, auto, che circolano con gente ubriaca e non assicurati e purtroppo lasciano vittime senza essere pagati di molto danni ricevuti.
      Credo che il sistema per evitare sia solo quello che la targa sia la prova che è assicurato.
      Poi ti dirò che ci vuole che ognuno sia responsabile che ciò che fa, e questo non si impara quando si ha 15-20 anni ma si impara dai genitori quando si nasce e poi alle prime scuole,
      cioè all'asilo. mi dispiace cara amica.
      Ciao e buona giornata con un abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  41. Caro Tomaso come vedi qui in Italia oltre che il problema tasse auto etc c'è anche quello postale, con buste che arrivano...vuote !!! :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fiore, lo so di tutto questo mi è capitato anche a me purtroppo molti anni fa quando venivo in Italia nei mesi estivi.
      Ritorniamo sempre con il fatto che la maggior parte fanno i furbi!!!
      Ciao e buona serata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  42. Ciao Tomaso, siccome sabato vado in vacanza, e visto che mancano solo tre giorni al tuo 84° compleanno, ti faccio gli auguri in anticipo ( qualcuno ha detto che non si fanno ), ma meglio che in ritardo secondo me. Auguroni carissimi di un sereno week end insieme alla tua famiglia, ciao carissimo amico. Angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Angelo, prima ti ringrazio dei tuoi graditi auguri, poi ti auguro una buone e serena vacanza.
      Per finire al tuo ritorno se passerai ci sarà in piccolo ricordo, è un widget se ti piace.
      Tomaso

      Elimina
  43. Risposte
    1. Caro Cavaliere, buon fine settimana anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  44. Buona sera...passavo per un salutino e buon fine settimana!!!!!Buona vita!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Raffaella, è sempre un piacere vederti qui.
      Buon fine settimana con sempre, buona vita!!!
      Tomaso

      Elimina
  45. ma credi che chi è responsabile voglia imparare dalla Svizzera?? da noi purtroppo regna il caos e credo che vada bene alla maggioranza delle persone... altrimenti si cambierebbe non credi?? mi dispiace molto però è capitato a qualcuno di avere incidenti con persone non assicurate che se possono scappano a gambe levate. Ciao e belle le foto storiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Aliza, credo che sia come dici tu, cioè sono abituati a imbrogliare e essere imbrogliati e continuerà sempre così.
      Credo che queste cose serie si debbano imparare già da bambini per rispettare le regole e le leggi.
      Comunque sarà un sogno che un giorno si arrivi a capire che questo non è giusto!!!
      Ciao e buona notte cara amica, sono un po stanco.
      Tomaso

      Elimina
  46. ciao tomaso, hai pienamente ragione, io abito sul confine con la svizzera e conosco questo sistema di targhe e assicurazione e mi son sempre chiesta perche' in Italia non fanno lo stesso......
    un abbraccio e buonanotte.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Milly, naturalmente che se tu abiti ai confini con la Svizzera, e entri spesso in Svizzere avrai pure notato che le macchine in vendita di occasione non hanno alcuna targa, solo che assicura la macchina può circolare.
      Quella di chiedere il perché in Italia non lo fanno è una domanda che mi faccio pure io.
      Buon fine settimana cara amica, abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  47. Caro Tomaso, anch'io sono d'accordo su questa regola, la targa dovrebbe seguire il padrone così ci sarebbe un maggior controllo su tutto.
    Ti lascio il mio caro saluto e ti auguro un gioioso fine settimana.
    Gabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara Gabry, sarebbe, ma purtroppo non lo fanno!
      e i risultati che avvengano tanti incidenti causati da non assicurati, purtroppo quelli assicurati pagano anche per gli altri!!!
      Buon fine settimana anche te cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  48. Risposte
    1. Cara Lucia, purtroppo in Italia non seguono questo facile sistema di controllo di essere assicurati.
      Ciao e buon fine settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  49. Risposte
    1. Buon fine settimana anche a te cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  50. Caro Tomaso,
    ho trovato veramente interessante quello che scrivi!
    Cavoli, se anche da noi fosse così ci sarebbero un sacco di problemi in meno!
    Ho un amico che fa il meccanico e recupera le auto che circolano senza assicurazione bloccate dai carabinieri: ha il piazzale pieno!!!!
    Grazie anche per le belle foto (quelle in bianco e nero sono splendide!)
    Buon fine settimana ed un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria, qui le macchine danneggiate da incidenti, vengono riparate in breve tempo, appena gli esperti delle assicurazioni le hanno,
      esaminate, sono poche i casi che passano mesi, solo in casi che fosse stata rubata, ma alla fine vengono riparate, oppure pagato il valore
      della macchina se è considerata che la riparazione consta più del valore della macchina.
      Come pure tu sai mi pare che si cerca sempre le cose complicate, io voglio essere sincero!
      Credo che un po di colpa sia anche di noi italiani che siamo specialisti per imbragliare.
      Ciao e buon fine settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  51. Risposte
    1. Buon fine settimana anche a te cara Stella.
      Tomaso

      Elimina
  52. Non per nulla la fama della Svizzera è ben meritata.
    Ciao e buon weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ambra, molto spesso viene anche criticata, ma le sue regole le sa farle rispettare.
      Buon fine settimana con un sorriso.
      Tomaso

      Elimina

Benvenuti qui cari amici e amiche, se poi volete lasciare anche solo un saluto, sarà sempre molto gradito. gli anonimi non sono accettati