calendario con data e orologio



Net-Parade

Migliori Siti

LETTORI FISSI

venerdì 13 febbraio 2015

PER FINE SETTIMANA VI PROPONGO QUESTO VECCHIO POST DEL 2010

Prima di tutto auguro a tutti/e
un buon San Valentino, consiglierei
di continuare anche domani a 
dimostrare che ogni giorno 
può essere sempre San Valentino!

Buon giorno cari amici e amiche.
Mi trovo per il momento in mancanza 
di idee per nuovi post! ecco l'idea di
riproporre per coloro che forse non anno
letto questo vecchio post, di luglio 2010
di darle l'occasione di poterlo conoscere.

IL VESTITO DELLA PRIMA COMUNIONE

BUON GIORNO AMICI ED AMICHE,

oggi mi sento in vena di raccontarvi
una semplice storia.

Siamo negli anni difficili per tutti, 1937 - 1940, in un piccolo paese che vive a stento; il 90% degli uomini sono emigrati stagionali.
Una massaia per sbarcare il lunario cerca in tutti i modi di guadagnare qualche lira per i suoi cinque figli, facendo la lavandaia per i soldati alloggiati nei vecchi edifici delle scuole. La massaia lavava e stirava, utilizzando ogni minuto per il benessere della famiglia.
In quel periodo le scarpe costavano molto e i soldi non erano mai abbastanza.
Un giorno vidi quella signora con un vecchio copertone di bicicletta in mano, a un tratto chiamò uno dei bambini e gli misurò la pianta del piedino e con un vecchio coltello ben affilato ritagliò dei pezzi a forma di piedi dal vecchio copertone; rimasi sorpreso quando vidi che stava lavorando con della vecchia tela di canapa e altri strani ritagli.
Due giorni dopo erano nati un paio di sandali. Fu una cosa geniale per tutta la famiglia, ne confezionò un paio, erano molto leggeri e ci si camminava comodamente.
Le voci si sparsero in fretta ed in paese tutti ne parlavano. Ogni giorno andavano a chiedere alla signora se poteva farne anche per loro e le portavano vecchie stoffe di tutti i tipi. La signora andò da un vecchio calzolaio e gli chiese se poteva avere una vecchia forma di ferro, quella dove si appoggiano le scarpe per ripararle. Il calzolaio guardò nel suo magazzino e le regalò uno di quei ferri. Ricordo come fosse ieri che la donna era felice. Aveva trasformato la piccola stanza dove viveva in un vero laboratorio pieno di forme e misure varie di piedi. Non aveva mai tempo per riposare; quel lavoro le dava una certa sicurezza per i suoi cinque figli.
Un giorno arrivò una signora considerata in paese una persona benestante, portò un pacco con della stoffa e disse: - Maria, guarda se con questa stoffa puoi fare un bel paio di sandali per me e le mie figlie.
Maria, che era il nome della signora che eseguiva questi lavori, esaminò attentamente la stoffa e disse: Tutto si può fare, ma questa stoffa non è duratura; se lei accetta io mi prendo questa staffa e le metto della tela molto resistente e di sicuro verrà bene.
La signora rispose che per lei andava bene.
Maria guardò quella stoffa e vide che era un pezzo molto grande e che forse avrebbe potuto realizzare qualcosa di molto importante.
In paese intanto si stavano facendo dei preparativi per i bambini, perché dopo qualche settimana ci sarebbe stata la prima comunione e tutti pensavano al vestito per i comunicandi.
Detto e fatto, Maria prese il bambino e si recò dal vecchio sarto che in paese faceva di tutto e gli chiese se la stoffa sarebbe bastata per un piccolo giubbino e un paio di pantaloni per il suo bambino che avrebbe fatto la prima comunione. Il sarto prese le misure e con diverse giunture quasi invisibili gli confezionò un vestitino carino. Venne il giorno della prima comunione e anche un povero bambino fece una gran bella figura.
Questa storia sembra una favola, ma è una storia vera.
Ve lo può testimoniare quel bambino,
Perché quel bambino ero io.
Tomaso Scarpel


Spero che il racconto lo  abbiate gradito.
Vi auguro a tutti un buon fine settimana,
dal vostro affezionato amico!!!



120 commenti:

  1. Tomaso! che emozione leggere queste tue parole, che mamma speciale hai avuto, grazie per averlo condiviso con noi. Ho fatto un tuffo nel tuo passato e mi hai fatto rammentare quando mia nonna, davanti al camino mi raccontava le sue storie di bambina.... un abbraccio grande grande, Gabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gabry, l'avevo già pubblicata oltre 4 anni fa e vedo che molti di voi non l'avevano letta, dunque ho fatto bene a ripubblicarla.
      Grazie cara amica di esserci.
      Tomaso

      Elimina
  2. Risposte
    1. Buon fine settimana anche a te caro Vincenzo.
      Tomaso

      Elimina
  3. Un gradito racconto.
    Ti abbraccio, caro Tomaso ;-)
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giovy, grazie di esserci anche tu.
      Un forte abbraccio cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  4. Bellissimi ricordi che non sbiadiscono mai!
    Ho letto il tuo racconto e subito ho rammentato la preparazione del mio vestitino azzurro fatto dalla sarta del paese per la mia S. Cresima! :)
    Un abbraccio e buon pomeriggio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Beatris queste sono cose che non si dimenticano mai più.
      Erano tempi molto difficili, poveri ma molto orgogliosi e la volontà non mancava mai.
      Ciao e buona serata cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  5. Caro Tomaso complimenti per il bellissimo racconto.
    Ti auguro buon San Valentino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cettina, è un racconto già stato pubblicato, ma ho voluto farlo nuovamente.
      Ciao e buon San Valentino anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  6. Mi era piaciuta quando l'ho inserita nel mio blog ed anche ora...questa sarebbe l'estensione x leggerla anche attraverso il mio blog....http://ariannadisegnadipingecrea.blogspot.it/search/label/LIBRO%20DI%20TOMASO%20SCARPEL.....SEI TROPPO FORTE!
    BUON WEEK END!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Arianna,è vero questo racconto è nel mio libro e tutti lo possono leggere.
      Grazie cara amica di esserci sempre.
      Ciao e buon San Valentino.
      Tomaso

      Elimina
  7. me la ricordavo una storia avvincente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Carmine, la tua memoria è molto buona. Ciao e buona serata caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  8. Ciao caro fratello anche se l'o letto tante volte ogni volta mi commuovo.
    Ciao auguro un buon san Valentino a te e Danila
    un grande abbraccio
    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tiziano, questo racconto è una dei miei ricordi più belli della nostra cara mamma.
      Ciao caro fratello e buon San Valentino anche a te e a tutta Sernaglia.
      Domani e domenica ci saranno sicuramente i carri mascherata la vecchia ma bella tradizione.
      Tomaso

      Elimina
  9. Caro Tomaso bellissimo racconto,Ti auguro un buon fine settimana un abbraccio nonna di Sara gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gianna mi fa molto piacere vederti in questo post di un racconto molto interessante.
      Buona serata cara nonna di Sara.
      Tomaso

      Elimina
  10. Ciao Tomaso,l'ho riletto con piacere.
    Buon fine settimana
    Rakel
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano,
      hai fatto bene a riproporci un vecchio post, per me che ti conosco da poco è un modo per scoprire qualcosa in più e capire cosa mi sono persa prima ;)
      Grazie per gli auguri spero che domani sia un giorno magnifico per te e per la tua bella famiglia
      un abbraccio

      Elimina
    2. Cara Rakel, mi fa piacere sentire che ti ricordi di averlo già letto, è un piacere sentire che ti piace ancora.
      Ciao e buon San Valentino vara amica.
      Tomaso

      Elimina
    3. Cara Audrey, vedo che ai fatto un post indirizzato a mio Fratello Tiziano, spero che te ne accorgi e che mi farai sapere se devo tenerlo io questo oppure farlo sapere a Tiziano. Ciao e buona serata, amica.
      Tomaso

      Elimina
    4. Ciao Tomaso,
      no, scusa!!!! il commento era per te e per questo post solo che mi sono confusa e per errore ho scritto Tiziano al posto di Tomaso. Perdonami ma non sto bene e con la febbre ho delirato, perdono!!!
      un abbraccio e buona domenica

      Elimina
    5. Non devi scusarti cara Audrey, mi succede anche a me certi errori di nomi, comunque grazie delle tue belle parole, ora ai potuto vedere anche questo mio racconto vissuto, un abbraccio forte cara amica.

      Elimina
  11. Grande Tomaso! Mi hai emozionato ancora una volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pino sono contento di vederti nel mio blog.
      Grazie del grande! Un abbraccio forte, amico.
      Tomaso

      Elimina
  12. Mio caro Tomaso, quanta tenerezza in questo tuo ricordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Flo che bello vederti che anche tu ci sei.
      Questo racconto vissuto ricorda quei momenti difficili della nostra esistenza, oggi siamo premiati.
      Tomaso

      Elimina
  13. mi ero commossa la prima volta che l'ho letto ed anche ora la stessa emozione
    hai fatto tanta strada e costruito altrettanto e bene nella tua vita
    buon S. Valentino a te ed alla tua Danila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vale, che piacere sentire che se anche la conoscevi ma ugualmente ti sei commossa.
      È una storia vissuta e ce la avrò sempre nel cuore.
      Buona S. Valentino anche a te cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  14. Ciao Tomaso! Ricordo questo tuo racconto, è davvero bello e sincero!
    Un abbraccio e buon fine settimana!
    Monique

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Monica, vedo che la ricordi, io ho voluto ripetere per coloro che da poco sono miei visitatori.
      E sicuramente non l'avevano letta.
      Ciao e buon fine settimana anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  15. Ciao Tomaso,un abbraccio e dimostriamo il nostro amore sempre
    Fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fulvio, questo racconto vissuto da l'esempio che con l'amore tutto va buon termine.
      Ciao e buon fine settimana amico.
      Tomaso

      Elimina
  16. Carissimo Tomaso, il tuo racconto non lo conoscevo, ma so che la generazione tua ha vissuto un periodo della nostra Nazione che spero non si ripeta più, il mio povero Papà Tommaso, classe 1914, mi raccontava di come riusciva a procurarsi un po di cibo durante la guerra,aveva imparato a fare il calzolaio a Varese e la guerra l'ha fatta in Sardegna a L'Asinara a guardare i detenuti politici, riparando scarpe ai poveri pastori ed abitanti riusciva ad ottenere qualcosa da mangiare per se ed amici, dato che la priorità erano i detenuti ed i rifornimenti dal continente riuscivano ad arrivare a stento, quindi tu hai conosciuto nella tua giovinezza, la durezza della vita in un periodo in cui si doveva gioire ed essere spensierati.
    Con stima ti saluto augurandoti un sereno San Valentino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gaetano, mi è piaciuto molto ciò che ai scritto, la nostra generazione a vissuto di stenti e di paure.
      Come questo racconto io avrei centinaia di episodi che fanno rabbrividire, ora che lo possiamo raccontare è come una liberazione.
      Oggi si dovrebbe tutti essere felici, ma già la vera libertà no si sa apprezzare.
      Ciao e grazie della tua graditissima visita caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  17. belllissimo il tuo ricordo...ti auguro un buonissimo fine settimana...simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simona, ogni tanto mi vengono questi ricordi di un tempo molto difficile, ora siamo premiati.
      Ciao e buon San Valentino cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  18. Ci sono persone che guardano sempre il lato positivo delle cose.Bellissimo post. Un caro saluto un buon fine settimana e un buon S.Valentino per te e per le persone che tu ami e vuoi bene. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Pia, se anche era già stato pubblicato anni fa, ho voluto nuovamente farlo per che non lo conosceva. Ciao e buon San Valentino anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  19. Caro Tomaso, hai fatto benissimo a riproporre questo post, perchè io ancora non ti conoscevo e mi ha fatto un gran piacere leggere questa bellissima storia che fa parte dei tuoi preziosi ricordi.
    Grazie per averla condivisa.
    La tua mamma.... una grandissima donna. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Daniela, dunque ho fatto bene veramente, io immaginavo che non tutti lo avevano letto questo racconto vissuto.
      È quasi impossibile trovarlo nei quasi 900 post che ce nel mio blog.
      MI a fatto tanto piacere che ti è tanto piaciuto cara amica.
      Buon San Valentino con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  20. Un racconto davvero commovente.
    Buon San Valentino, Tomaso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giglio, abbiamo passato momenti difficili nella vita, e oggi siamo premiati nella vecchiaia.
      Ciao e buon San Valentino anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  21. mi sono venuti i brividi .... un racconto commovente sono sicuro che proverai ancora le stesse cose oltre il grande orgoglio per la tua mamma .... storie di questo genere ce ne sono state tante ... una persona come la tua mama era mia nonna ....e mi ha trasmesso tanti valori .... sarò la persona pià contenta se riiuscirò a fare una minima parte di quel che ha fatto lei .... ma sarà impossibile ....
    hai fatto bene a riescrivere questo tuo pezzo di vita molto dolce .... un abbraccio carissimo amico e auguri di Buon San Valentino ... ma lo so già che tu lo festeggi tutti i giorni .... a presto
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giusi, ti credo che leggendo un racconto vissuto da me che conosci bene ,non si può fare ameno di emozionarsi.
      Parlando della mia cara mamma, mi a lasciato in eredità la sua sempre disponibilità sempre sorridendo,
      i suoi insegnamenti mi hanno accompagnato per tutta la vita, il mio papà purtroppo lo vedevo solo i mesi invernali. e non amava parlare troppo
      ricordo quando lo accompagnavo alla corriera cercava di nascondere il suo dolore di doverci lasciare...
      Per san Valentino pure io ho regalato alla mia dolce metà una bella orchidea rossa e ora anche lei e con le altre nella grand e finestra.
      Vorrei dire a coloro che festeggiano San Valentino che dovrebbero fare in modo che ogni giorno sia San Valentino:-)
      Ciao e buon fine settimana e festeggia pure tu San Valentino, un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  22. Ciao caro Tomaso felice San Valentino per te e tua moglie
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Enrico, la tua presenza anche oggi la ho molto gradita, buon San Valentino anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  23. Grazie bel racconto e Buon San Valentino e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Edvige, il racconto mi riporta alla mia gioventù.
      Ciao e buon San Valentino anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  24. Buon fine settimana e buon San Valentino!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Beatris, mi piace vere che ci sei anche in questo post.
      Buon San Valentino anche a te con tutto il cuore, con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  25. Caro Tomaso, bellissimo questo racconto, una storia di vita vera piena di emozioni, mi è piaciuto leggerlo come mi è piaciuto leggere il tuo libro piento di altrettante esperienze di vita vissuta...lo rileggo spesso e tutte le volte mi da tanta forza.
    Veramente un bel ricordo di mamma Maria, che donna!!

    Buon san Valentino anche a te e Danila, anche se so già che per voi, ogni giorno è un giorno pieno d'amore!

    Un abbraccio,
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, penso che molto di voi lo avrete già letto o sul libro oppure nel 2010 quando pubblicai questa storia vissuta.
      Di sicuro è per tutti un po emozionante sapere che è vissuta da me, per questo vi ringrazio di cuore della vostra presenza.
      Parlando di mia mamma, dopo di avermi dato la vita mi ha insegnato tutto ciò che nella vita si deve fare in primo l'onestà
      e la forza di superare tutto, com vedi noi abbiamo tanto sofferto e ora riceviamo il premio nella vecchiaia.
      Un abbraccio forte forte e ancora buon San Valentino con tutto il cuore.
      Tomaso

      Elimina
  26. Scarpetti Friulani ... mi ricordo del tuo racconto e mi ha fatto piacere rileggerlo.
    Buon San Valentino, buon Carnevale, buona Domenica ed infine buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosetta mi fa piacere sentire che ricordi questa storia vissuta, e la ai riletta volentieri, la ho nuovamente pubblicata perché molti miei nuovi lettori non la conoscevano così ho fatto felici anche loro. Ciao e buona domenica anche a te.
      Tomaso

      Elimina
  27. Un applauso alla tua industriosa mamma...Sai che oggi le scarpe fatte con i copertoni sono all'ultma modoa












    Complimenti alla tua mamma Tomaso..sai che le scarpe fatte con i copertoni sono all'ultima moda oggi?
    Buon San Valentino a te mio caro e domani per chi non è impegnato Buon san Faustino!!!





    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nella, in quei tempi non conoscevano moda, erano battaglie per la soppravivenza!!!
      Ciao e grazie della graditissima visita cara amica.
      Dunque buon San Faustino per tutti.
      Tomaso

      Elimina
  28. Una storia vera che commuove ed insegna, come solo le storie vere sanno fare.
    Grazie, buona serata,Costantino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Costantino, sono queste storie che i giovani di oggi dovrebbero leggere e riflettere!!!
      Buona domenica caro Costantino.
      Tomaso

      Elimina
  29. Che bella storia Tommaso, l'ho letta con vero piacere, da far riflettere, davvero altri tempi...davvero un bell' insegnamento per questi tempi ... Buona domenica Tommaso e un abbraccio, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Stefania, oggi nessuno si immaginerebbe che una volta era così, purtroppo la società ha creato i giovani che hanno trovato tutto già fatto.
      Per questo cercano delle cose inesistenti che rovinano la propria esistenza.
      Ciao e buona domenica con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  30. Ciao Tomaso ! Avevo già letto questo tuo racconto e mi ero commossa . Rileggendolo ho provato la stessa emozione.
    Tua Mamma doveva essere una gran donna e sarà felice
    del figlio che sei diventato. Hai ragione...i giovani non possono capire ,tutto è dovuto. S. Valentino è passato
    ma x te e Daniela lo è tutti i giorni. Un'abbraccio Laura A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura grazie ancora della gradita visita.
      è un po tardi per me per questo si auguro
      buona notte con sogni doro cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  31. Tomaso caro amico, non avevo letto l'altra volta questo tuo racconto. Che bello alla fine sapere che parlavo della tua adorata mamma!!momenti duri hai passato..grazie per averlo condiviso!
    notte Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Francesca. spesso mi domando cosa avrebbero fatto certi giovani di oggi, che anno tutto e non sono mai contenti!!!
      Vedi tutto quello che noi abbiamo passato lo abbiamo nel cuore, e ora è come se ci sentissimo premiati.
      Ciao e buona settimana, con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  32. Sempre bello leggere questi episodi di vita caro Tomaso...
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lucia, sai per me questi racconti vissuti, mi fa pensare che ora siamo fortunati, e forse è il premio guadagnato di allora.
      Ciao e buon settimana e grazie della gradita visita.
      Tomaso

      Elimina
  33. ⋰˚هჱ⊱
    Uma recordação muito doce e bonita.

    Boa semana!
    Beijinhos do Brasil
    ╰╮هჱ⊱

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ines, voglio ringraziarti della tua gradita visita.
      Ciao e buona settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  34. me lo ricordavo Tomaso,questo tuo post....
    Bello però rileggerlo.
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lucia, non è facile dimenticare un simile racconto una volta letto, ed è bello anche rileggerlo.
      Buona settimana anche a te cara amica, con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  35. Un abbraccio e buon pomeriggio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona settimana cara Beatris, e grazie infinite della tua gradita visita.
      Tomaso

      Elimina
  36. Con questa storia triste ma bella e vera mi hai fatto rammentare quei brutti periodi di tempo che, per noi in una città come Roma, erano veramente duri da sopportare.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Aldo, chi a vissuto come noi in quei tristi anni capisce che no cerano altre soluzioni, questo racconto rimane un documento vero.
      Ciao e buona serata con un affettuoso saluto caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  37. Grazie per aver ripubblicato questo post, Tomaso. Me lo ero perso e mi ha davvero toccato il cuore. Le tue testimonianze di vita sono per me un arricchimento.
    Grazie ancora di cuore,
    Maria Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria Grazia, ecco che ho fatto bene a ripubblicare questo mio racconto vissuto, pensavo che qualcuno non lo avesse ancora letto!!!
      Questo mi fa molto piacere cara amica.
      Ciao e buona serata con un sorriso.
      Tomaso

      Elimina
  38. Che bellissimo racconto, arriva dritto al cuore, ancor più quando ci si rende conto che è scritto in prima persona e non è frutto di fantasia......complimenti all'industriosa mamma che è stata un bellissimo esempio per i suoi figli!!!
    Questo è l'amore più grande, non potevi raccontare storia migliore per festeggiare S. Valentino!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, siamo stati fortunati ad avere una mamma che ha saputo fare di noi dei veri uomini responsabili, noi abbiamo tutto imparato da lei, il papà purtroppo era un emigrante e lo vedevamo qualche mese all'anno un uomo responsabile che ha fatto tutto nella vita e sacrificato se stesso a essere l'ontano dalla famiglia.
      Ora noi siamo fortunati grazie ai loro esempi.
      Ciao e buona serata, con un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  39. Davvero splendido il tuo racconto e pieno di emozione! La tua era una supermamma... ♥
    Grazie di averlo ricondiviso! Ti abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vivy, la nostra mamma sembrava fragile ma aveva una forza interiore da stupire tutti.
      Noi la ricordiamo sempre sorridente con noi.
      Ciao e buona serata con un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  40. Emozionante il tuo racconto. La tua era una mamma sveglia e intelligente, si dice che il bisogno aguzza l'ingegno, la tua mamma ha fatto molto di più ti ha regalato un giorno speciale che ora tu ricordi ancora nei minimi particolari. Grazie caro Tomaso. Queste sono le storie che fanno bene al ღ cuore ღ Buona serata e un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Saray,vedi questo racconto vissuto, lo avevo pubblicato quasi 5 anno fa, vedo che ho fatto bene a rifarlo così tanti altri lo anno potute leggere.
      Parlando della cara mamma dopo di averci dato la vita, ci ha veramente fatto crescere interiormente, e ciò che abbiamo fatto lo dimostra.
      Ciao e buona giornata con un forte abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  41. Che bella storia, Tomaso.Mi hai veramente emozionato e...vi voglio bene :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Franci, questa storia vissuta, è di ciò che erano in quei tempi, eravamo poveri ma con molto orgoglio, questo lo abbiamo imparato dalla nostra cara mamma.
      Fa piacere sentire che to sei emozionata.
      Ciao e buona giornata cara amica.
      tomaso

      Elimina
  42. La scoperta del tuo blog è un vero piacere. Sono capitata per caso ed ho iniziato a leggere deliziandomi delle tue parole.
    Naturalmente ti seguo e vado a leggere un po' i post indietro.
    Grazie per la condivisione delle tue esperienze.
    Lenù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lenù, che piacere vedere una nuova visita, ho capito che ti piace come scrivo, ma sai arrivo solo in quel modo, cioè elementarmente come sono capace.
      La cosa che mi piace che ai detto che leggerai un po dei miei post, se posso consigliarti scarica il mio libro, cioè la mia vita che si trova a destra in forma PDF, leggendolo capirai tante cose di questo vecchietto che non si arrende mai e cerca di tenersi giovane dentro!!!
      Andrò a cercare il tuo blog se ce l'ai e ti ringrazierò anche li. Ciao e buona giornata cara nuova amica.
      Tomaso

      Elimina
  43. Ciao Tomaso. Sono rientrata ieri a Milano, dopo più di 15 giorni di assenza e sono passata a lasciarti un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene ritornata cara Ambra, ed è un piacere vederti subito qui da me. Un abbraccio forte forte.
      Tomaso

      Elimina
  44. Risposte
    1. Auguro anche a te un buon pomeriggio, amico

      Elimina
  45. Sai sempre emozionare, caro Tomaso.

    Un abbraccio affettuoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu cara Gianna, la ricordi sicuramente!
      Ciao e un abbraccio affettuosa anche a te.

      Elimina
  46. mi pare proprio di ricordare qst episodio forse letto sul tuo libro! bellissimi ed istruttivi i tuoi ricordi.
    Mi fa piacere che sei passato a vedere le slide :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fiore, tu mi conosci già da tanto e sicuramente lo hai letto nel post, oppure nel libro.
      Comunque fa sempre bene rileggerlo.
      Ciao e buona serata cara amica, qui fa un freddo, cane!
      Tomaso

      Elimina
  47. Ciao caro Tomaso! Con piacere passo a trovarti dopo tanto tempo. Ho letto il tuo racconto e mi ha emozionato fino alla fine. Anche se è un post vecchio grazie per averlo condiviso di nuovo, è una storia molto bella. E poi hai visto, vecchio post... vecchi amici di blog che tornano! Mi ha fatto davvero piacere passare a salutarti, un abbraccio! a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Moka, mi chiedevo come mai che che non vedevo più dei nuovi post!!!
      Sono felice che tu sia nuovamente tra di noi.
      Mi piace sentire che ti è piaciuto il mio racconto vissuto, se scarichi il mio libro che si trova sulla destra tu potrai leggere tutta la mia vita.
      Ciao e ora passo da te per lasciarti anche li un saluto, un abbraccio forte forte.
      Tomaso

      Elimina
  48. Ciao Tomaso! Ricordo molto bene di aver letto con molto interesse questo tuo bellissimo racconto nel tuo libro!!! :) Grazie per averlo riproposto, così tutti avranno modo di leggerlo e di apprezzarlo come parte importante della tua storia.
    Un abbraccio grande e grazie per tutte le parole, i gesti gentili e le cose gradite che ci regali costantemente.
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Seddy, che ha letto,il mio libro lo nota subito, lo ho pubblicato nuovamente per coloro che non anno scaricato il libro, e noto con piacere
      che sono tanti . Sai fa molto piacere vedere, che un racconto di quei tempi, ce tanto da imparare specialmente per i giovani di oggi.
      Ciao e buona giornata cara Amica con un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  49. Ciao Tomaso, i tuoi post sono sempre uno spicchio di vita vissuta che ci riporta indietro negli anni. Sei forte. Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Elio, oggi i giovani non possono immaginare cosa in quel tempo noi abbiamo vissuto, loro hanno trovato tutto fatto!!! Ciao e buona giornata amico.
      Tomaso

      Elimina
  50. Sono contete e felice di essere qui , dopo un paio di giorni di riposo.
    Auguro un felice baci fine settimana .
    Evanir .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Avanir, è veramente un piacere ricevere una tua visita, e spero che il riposo non sia stato per cause non belle!
      Ciao e auguro anche a te buon fine settimana.
      Tomaso

      Elimina
  51. ciao nonno Tomaso, che bello leggere questo post che hai fatto bene a riproporlo per chi come me non l'aveva letto... mi piace conoscere come è stata dura la tua infanzia...così mi sembra di conoscerti un po' di ...più
    Davvero hai scritto un libro...dove lo posso trovare e come si intitola, vorrei tanto leggerlo
    un bacione grande VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Valeria, mi fa piacere vedere che ti è piaciuto il racconto vissuto della prima comunione, purtroppo non ho più copie disponibili altrimenti te ne avrei mandata una.
      Quello che posso fare è mandarti il link del libro in forma PDF, quello sul mio blog non funziona più per questo ti mando l'allegato che tu puoi scaricarlo, li troverai tutti i capitoli dei miei racconti il libro si chiama La mia vita di Tomaso Scarpel, vedrò anche se posso trovare una copia in cartaceo per spedirtela ma ancora non ne sono sicuro se è disponibile.
      comunque cercherò forse da mio fratello Tiziano se a una copia disponibile.
      Intanto leggilo in pdf e forse se mi mando il tuo indirizzo potrei mandartelo.
      Ciao e buona serata cara nipote, con un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  52. Mi hai fatto ricordare i racconti di mio padre, che in quegli anni faceva il sarto e spesso doveva fare cappotti da coperte. E' stato un piacere leggere la tua storia. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Francesco, mi fa molto piacere di sentire che anche tuo padre sapeva che quei tempi era difficile tutte le situazioni.
      Ciao e buona serata caro amico.
      Tomaso

      Elimina
  53. Ciao Tomaso, un saluto veloce e un grande grazie per essere sempre gentile e presente sul mio blog!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, credimi a me fa molto piacere se sto bene a farvi visita nei vostri rispettivi blog!!!
      Pure io ringrazio te dei sempre commenti.
      Ciao e buona notte cara amica, un abbraccio.
      Tomaso

      Elimina
  54. Bel racconto prima di finirlo sapevo che eri tu. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naturalmente cara Edvige conoscendo già la mia età veniva quasi automatico.
      Grazi della tua gradita visita, e buon fine settimana cara amica.
      Tomaso

      Elimina
  55. Ti auguro un buon fine settimana ed un abbraccio affettuoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Francesca, un felice fine settimana anche a te, con un abbraccio forte.
      Tomaso

      Elimina
  56. Passo per un saluto e per augurarti un buon fine settimana ciao da pia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie della tua gradita visita e contraccambio di un buon fine settimana con un sorriso.
      Tomaso

      Elimina
  57. buona domenica Tomaso,qui il tempo è incerto.Spero da voi ci sia un po di sole
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lucia, aimè nonce il sole ma adirettura questa notte ce stata un po di neve.
      Ma sicuramente va via perché late mperatura è alta. Ciao e buona domenica cara amica.
      Tomaso

      Elimina

Benvenuti qui cari amici e amiche, se poi volete lasciare anche solo un saluto, sarà sempre molto gradito.