calendario con data e orologio



Net-Parade

Migliori Siti

LETTORI FISSI

sabato 30 aprile 2011

TOMASO NEWS!

Tomaso mi ha pregato di dirvi che sta bene e tutto procede a gonfie vele.
Naturalmente, vi invia i suoi più affettuosi saluti.
Nigel

martedì 26 aprile 2011

PRIMA DI PARTIRE VI LASCIO UN CARO SALUTO A TUTTI

Oggi, cari amici e amiche, mentre pensavo di farvi un saluto mi è venuta l'idea di trovare il modo di non lasciarvi soli... Ecco qui sotto un link che vi farà sicuramente passare un momento di grosse risate. http://langolo-del-sorriso.blogspot.com/2011/04/tomaso-il-magnifico.html Il vostro affezionato Tomaso

lunedì 25 aprile 2011

PASSATA LA PASQUA SI PREPARA LA VACANZA

Prima di tutto, scusate tutti se non passo nei volstri blog, sempre troppo occupato!

Carissimi tutti come già vi avevo informata che il 27 aprile vado in Turchia per una settimana, sarà una vacanza con tutta la famiglia cioè figli e nipoti.
Per orientarvi meglio lascio qui sotto il link del grande villaggio dove passeremo la vacanza.

http://www.google.ch/search?q=Kamelya+World+Holiday+Village&hl=it&prmd=ivns&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=rW2gTYLuMciUOqePlTQ&sqi=2&ved=0CEMQsAQ&biw=1600&bih=649

Ritornerò il 4 maggio mercoledì, e subito dopo,cioè venerdì partirò per Torino.
È già da parecchi anni che non partecipo alle adunate  nazionali degli Alpini, causa la mia salute,
ora che mi trovo abbastanza bene ne voglio approfittare, se qualcuno si trova nei paraggi cioè a Torino questo è il mio cellulare tim. 338 194 61 20 noi della sezione Svizzera saremo alloggiati in una carerma apposita per gli alloggi collettivi, CASERMA LA MARMORA.

Dunque se qualcuno vuole farmi un saluto mi piacerebbe veramente! E perché no! anche vederci.

La sfilata di domenica le sezione estere sfileranno circa alle 9.00 ci sarà anche la sezione Svizzera, se tutto va bene ci sarò anche io in qualche fila...

Forse  sarò portatore del gagliardetto del gruppo di Zuzigo.

Ora stiamo preparando tutto per la vacanza di dopodomani, non mi vedrete dunque nei vostri blog,
fenito tutto questo! cioè vecanza e adunata!    Poi riprenderò piano piano il giro per un saluto.
Vi auguro a tutti una buona settimana.
Con sincero affetto.
Tomaso

sabato 23 aprile 2011

1 CRISTO È RISORTO ALLELUIA 2 UN PREMIO PER TUTTI

COME VEDETE CARI AMICI E AMICHE ECCOMI PER ANNUNCIARE CHE È AVVENUTA LA RESSUREZIONE E LE CAMPANE SUONANO A FESTA
video

LA NOSTRA FINESTRA DEI FIORI

Ora carissimi vi voglio ringraziare a modo mio, la vostra presenza mi ha spinto a farvi questo piccolo regalo, sono le nostre orchidee che mia moglie cura con tanto amore, sono quattro, due  di quest'anno, le altre sono vecchie oltre 3 anni ma con accurata passione la mia dolce metà le cura continuamente.
Come noterete sulle orchidee sono stati messi dele uova pasquale in segno della Santa Pasqua. 
La foto  chi lo desidera la può prendere come premio della vostra fedeltà hai miei riguardi.

Un abbraccio fortissimo a tutti/e.
Tomaso

venerdì 22 aprile 2011

22 APRILE GIORNATA DELLA TERRA

Buona giornata a tutti/e oggi si celebra la giornata della terra.
Tomaso vi augura una giornata serena.
Venerdì santo giornata anche di preghiera.
video

mercoledì 20 aprile 2011

PENSAVO DI AVERE FINITO GLI AUGURI INVECEECCOMI ANCORA

Poco fa ho avuto una piccola sorpresa è mio fratello che mi ha fatto gli auguri in questo modo... Voglio che anche tutti voi potete vedere e sentire per gioire con me.
video
Un abbraccio a tutti.  Tomaso

martedì 19 aprile 2011

RITORNO A UN VECCHIO POST

Si sta avvicinando la Santa  Pasqua, questo link che nel 2009 pubblicai ma ahimè pochi mi conoscevano, perciò oggi che siamo nella settimana Santa lo ripeto.
Auguri A tutti/e di una serena Pasqua.
Tomaso

http://tomaso-passatoepresente.blogspot.com/search/label/Le%20grandi%20campane

domenica 17 aprile 2011

L'ALLEGRA STORIA CONTINUA

Cliccate qui sotto e buon divertimento carissimi amici e amiche :-) .
Un abbraccio a tutti e tutte dal vostro . ......................................................
Tomaso

sabato 16 aprile 2011

PER SENTIRMI ANCORA TRANQUILLO ECCO UNA POESIA

Più che puoi

Sorridi più che puoi così da poter lasciar scie dolci dietro di te...

Ama più che puoi così da poter tornare a casa con un cuore pieno così...

Abbraccia più che puoi così da poter stringere a te dolci frammenti di questo mondo...

Scansona l'apparire e prendi l'essere con te...

Punta più in alto che puoi così da poter inseguire l'infinito...

Vivi più che puoi così da poter aver ricordi vivi e caldi come questo sol...

Più che puoi.

Buon fine settimana a tutti/e.
Tomaso

venerdì 15 aprile 2011

RISPONDO QUI PER TUTTI I COMMENTI SUL POST DEL CAMPANILE, E VI RINGRAZIO SENTITAMENTE

Carissimi tutti/e sono molto commosso nel vedere che tutti avete partecipato a questi mia grande nostalgia, pensate che da ragazzo andavo spesso per aiutare per tirare le grosse corde per far dondolare le grandi campane e sentire i suoi bellissimi rintocchi... Quel DIN... DON... DAN... LO SENTO PURE ADESSO NELLE MIE ORECCHIE, IO E MIA MOGLIE ABBIAMO ASCOLTATO QUESTO FILMINO IN SILENZIO... ALLA FINE AVEVAMO LE LACRIME AGLI OCCHI. Sicuramente mio fratello lo ha fatto perché sapeva quanto ci tenevo hai ricordi. Mio fratello fa quest'anno 70 anni da due anni ascoltando il mio consiglio a comperato un PC, con il mio aiuto e quello di mio figlio oggi è molto bravo, ci sentiamo quasi tutti i giorni con skype. Mi sorprende sempre... Nel 1985 è venuto a farmi visita qui in Svizzera con altri suoi amici che pure io conoscevo, abbiamo passato una settimana indimenticabile, in quell'occasione abbiamo fatto tante foto in allegra compagnia. Ebbene oggi mi è arrivato un'altra sua sorpresa, ecco il filmino di quella famosa visita.
video
GUARDATE LE FOTO. ASCOLTATE LA MUSICA CHE LUI HA MESSO IN QUESTO FILMINO
Tomaso è molto emozionato
SCUSATE SE NON RISPONDO AI VOSTRI COMMENTI

IL CAMPANILE DEI RICORDI

CARISSIMI AMICI E AMICHE, ECCO QUALCOSA CHE MI HA RIPORTATO INDIETRO NEL TEMPO.  MIO FRATELLO MINORE MI HA SPEDITO IERI QUESTO RICORDO.
ASCOLTATE CON ME IN SILENZIO , DI SICURO VI ENTRERÀ ANCHE NEI VOSTRI CUORI.
Tomaso è commosso e ringrazio mio fratello Tiziano che ha creato lui questo piccolo video, mettendo delle sue foto e l'audio montato da lui.
video

martedì 12 aprile 2011

CARI AMICI E AMICHE TANTO PER CAMBIARE GUARDATE QUESTA VECCHIA TRADIZIONE

Carissimi amici ogni anno il secondo lunedì del mese di aprile, è una grande festa per la città di Zurigo. Vi voglio far vedere che questa secolare festa per Zurigo è un segno se l'anno sarà buono oppure cattivo tutto dipende dal tempo che ci vuole perché la testa del fantoccio viene completamente distrutta. Guardatevi questi video di questa bella manifestazione tradizionale. Vi auguro buon divertimento. Tomaso
video

Sechseläuten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Vai a: Navigazione , cerca
Si brucia il Böögg 2005
Sechseläuten ( Zurigo tedesco : Sächsilüüte ) è un festival di primavera a Zurigo . Si svolge a metà aprile. Il focus del festival è la figura Böögg , un pupazzo di neve artificiale simboleggia l'inverno. Il nome deriva da, perché una volta che la decisione del Consiglio del 11 Marzo 1525 dopo l'equinozio a fine marzo, la più grande campana, secondo il ministro Grande di nuovo la sera alle 6 di clock per il periodo di chiusura di tempo applicabile estate annunciato per il 'semestre invernale è stata la fine serata di lavoro entro il 5 di clock. In [1] "inno" della manifestazione è la marcia Sechseläuten .

lunedì 11 aprile 2011

sabato 9 aprile 2011

OGGI VI VOGLIO FAR VEDERE CHE MI SENTO ITALIANO

ASCOLTATELO TUTTO QUESTO VIDIO È FORTEMENTE NEL MIO CUORE

Non voglio aggungere altro, quello che vorrei dire è chiuso nel mio cuore.
Tomaso

giovedì 7 aprile 2011

ANCORA DELLE FOTO DI OTRANTO

http://www.otrantopoint.com/storia-di-otranto.html
(provate copiare questo link)
troverete tutta la storia di Otranto.

Cenni storici

Otranto è la città più orientale d'Italia e per questo viene chiamata "Porta d'Oriente".

Origine del nome

Negli anni, si è accesa una discussione circa l'origine del nome della cittadina: 'Ydrous nel greco classico, Hydruntum nel latino, Ydrentòs in epoca bizantina, Derentò nell'accezione greca. Le teorie sono molteplici e discordi.
Gerhard Rohlfs, filologo tedesco, ha asserito:
"E' certo che tale nome non corrisponde né all'antico Ydrous né al latino Hydruntum. E' chiaro altresì che questo Ydrentòs non abbia potuto venire in Italia coi bizantini, né possa essere sorto da una genuina tradizione ellenica, ma deve essere riguardato come un compromesso linguistico, uscito dall'italico Hudrentum in un ambiente dove popolazioni elleniche e italiche confinavano. Il moderno Derentò dei Greci si riporta dunque a un Hudrentum che dalle popolazioni bilingui o trilingue dell'antica Messapia fu ellenizzato in Ydrentòs".
Gli otrantini veraci pronunciano Ótruntu il nome del loro paese e ciò è importante per risalire all'origine preromanza dell'appellativo, il quale certamente iniziava con una O accentata.

 NOTATE QUESTA FOTO LE PALME CHE STANNO MORENDO








LA FOTO DEI GIARDINI CON LE PALME CHE STANNO SCOMPARENDO.
ALLA FINE STANCO MA SODDISFATTO.
Buona serata a tutti/e.
Tomaso

martedì 5 aprile 2011

INCONTRO SU SKYPE

Cari amici e care amiche adesso che sono rientrato alla mia solita vita mi piacerebbe organizzare una conferenza-audio su Skype in modo da poterci conoscere meglio. Propongo di sentirci una di queste sere (escluso il giovedì) dalle 19.00 alle 20.00 Gli interessati e le interessate sono pregati/e di dare la loro adesione. Un forte saluto Tomaso ........................................ ..... ........... P.S. Il mio contatto è: toscarpel

lunedì 4 aprile 2011

CATTEDRALE DI OTRANTO

Mi scuso con tutti! appena mi sarò rimesso dalla stanchezza passerò nei vostri blog per un saluto...
ora ecco il vero post. 

Cari amici e amiche vi voglio anticipare con questo primo post sulla Cattedrale, poi arriverà altre foto di Otranto, e del fantastico Salento.

Il sacco di Otranto

Il 28 luglio 1480, un'armata turca proveniente da Valona forte di 90 galee, 40 galeotte ed altre navi, per un totale di circa 150 imbarcazioni e 18.000 soldati, si presentò sotto le mura di Otranto.
La città resistette strenuamente agli attacchi, ma la sua popolazione di soli 6.000 abitanti non poté opporsi a lungo ai bombardamenti. Infatti, il 29 luglio la guarnigione e tutti gli abitanti abbandonarono il borgo nelle mani dei Turchi, ritirandosi nella cittadella mentre questi ultimi cominciavano le loro razzie anche nei casali vicini.
Quando Gedik Ahmed Pasha chiese la resa ai difensori, questi si rifiutarono ed in risposta le artiglierie turche ripresero il bombardamento. L’11 agosto, dopo 15 giorni d’assedio, Gedik Ahmed Pasha ordinò l’attacco finale durante il quale riuscì a sfondare le difese e ad espugnare anche il castello.
Reliquie dei Martiri di Otranto conservate nella Cattedrale della Città

Il mosaico pavimentale della cattedrale di Otranto


 
L'ultimo oltraggio di un monaco gnostico?
(Sabato Scala)


Introduzione
Col presente lavoro volevo sottoporre al paziente lettore una serie di riflessioni suggeritemi da un interessante quadernetto, gentile omaggio dell'amico Francesco Corona*, dedicato ad uno dei più misteriosi monumenti del nostro patrimonio storico-artistico: il mosaico pavimentale della cattedrale di Otranto (vedi le due immagini all'inizio e alla fine). L'opera fu realizzata tra 1163 ed il 1165 da un monaco dell'Abbazia di S. Nicola di Casole in Otranto: Pantaleone, il cui nome appare nella parte inferiore del mosaico in corrispondenza dell'entrata principale della cattedrale. Le immagini riportate danno solo una vaga idea della grandiosità di quest'opera, che si estende per oltre 16 metri coprendo interamente il pavimento della cattedrale. L'immagine centrale attorno cui ruota l'opera è un maestoso albero che, partendo dalla porta situata nella parte inferiore del mosaico, giunge quasi fin sotto al presbiterio. Fino ad oggi si pensava, che questo simbolo inusuale per dimensioni e centralità nell'opera, rappresentasse l'Albero della Vita, ma decifrare il mosaico è stato, da sempre, un intricato enigma privo di soluzioni credibili. Quella che voglio proporre è, credo, una chiave di lettura che collega insieme in maniera limpida le principali ed enigmatiche rappresentazioni figurative contenute nell'opera.
Una panoramica
Il primo dilemma che ci si trova di fronte è dovuto alla totale assenza di riferimenti neotestamentari, e la cosa è, a dir poco, inusuale per una chiesa cristiana. Le raffigurazioni sono, per lo più, tratte dall'antico testamento, ma svariati simboli e immagini appaiono, ad una prima analisi superficiale, totalmente fuori contesto: vediamone qualche esempio. Il presbiterio, ove è rappresentata, appunto, la cacciata dal paradiso terrestre di Adamo ed Eva, ospita la prima presenza inspiegabile: re Artù, raffigurato in groppa ad un caprone mentre impugna uno scettro stranamente curvo. Che si tratti di Re Artù non v'è dubbio data la presenza di una dicitura in bell'evidenza.
   
Le foto che seguono le ho fatte personalmente.
Non hanno bisogno di commento.





 Molto suggestive queste immagini nei sotterranei




 Spero che vi siano piaciute,
un abbraccio a tutti/e
Tomaso


domenica 3 aprile 2011

ORA TOMASO È VERAMENTE TORNATO

CARISSIMI TUTTI, ECCOMI DI NUOVO FRA VOI. AMICHE E AMICI, MI DISPIACE CHE NON SCRIVERÒ MOLTO PERCHÉ SONO STANCO, ESAUSTO, CREDO CHE IO CHIEDA TROPPO A ME STESSO, MI SCUSO SE PER UN PAIO DI GIORNI MI DEVO RIPOSARE... POI VI POTRÒ FAR VEDERE QUALCHE FOTO DELLO STRAORDINARIO SALENTO. UN FORTE ABBRACCIO A TUTTI/E CON AFFETTO. Tomaso