calendario con data e orologio



Net-Parade

Migliori Siti

LETTORI FISSI

lunedì 30 gennaio 2012

UN TUFFO NEL PASSATO

Carissimi amici e amiche, l'altro ieri guardando in una vecchia busta di vecchie foto ho trovato questa, come vedete qui si vede una grande famiglia di coloni del Conte Collalto che dava alle famiglie numerose il suo terreno per coltivarlo.
Ebbene questa famiglia era la famiglia della mia dolce metà quella bambina al centro in piedi è la Danila, erano i tempi del fascismo anno 1937.
Un caro saluto a tutti.
Tomaso
 http://it.wikipedia.org/wiki/Opera_Nazionale_Balilla


49 commenti:

  1. Che belle queste foto , hanno un fascino particolare!! bellissima bambina la tua dolce Danila!
    un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  2. Purtroppo li obbligavano presto ad indossare la divisa.
    Vedo i maschietti con la divisa dei Balilla.
    Io come divisa mi ricordo solo il grembiule nero ed il fiocco, mi pare azzurro, alle elementari:-)
    Ciao buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  3. Sono ricordi di un tempo cara Vale.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Cara Anna è incredibile è passato molto tempo ma tante volte ritornano i ricordi di allora.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Si caro Enrico, questa foto era stata obbligata a fare del padrone terriero per propaganda fascista.
    Io ricordo che tutti i sabato era obbligatorio presentarsi in piazza per diverse ragioni, tante volte c'erano gli esercizi ginnici ginnastica ecc.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Sai caro Fer Mala come ragazzo in quei tempi ti senbrava giusto cio che accadeva, noi po prendevamo come per gioco, che portò alla tragedia.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. che belli questi ricordi!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Sai cara Giglio quando ho rivisto questa foto mi sono visto vestito da balilla la divisa che ci veniva consegnata per partecipare al saboto fascista. Buona settimana amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. Anche ragazze e bambine, purtroppo, come si vede, erano obbligate alla divisa. Vicende amare, che ho anche sentito raccontare e che, come monito a non ripeterle, vanno ricordate. Grazie anche di questo, Tomaso!

    RispondiElimina
  10. Caro Tomaso, questa foto è un documento storico.
    L'hai conservato molto bene, complimenti!
    Un abbraccio affettuoso.

    RispondiElimina
  11. Chissà "quali" e "quante" sensazioni albergano nel cuore di Danila, nel rivedersi in questa immagine...

    Un abbraccio ad ambedue...

    M@ddy

    RispondiElimina
  12. Cara Adriano parlarne oggi è quasi che sembri una brutta favola, io vivevo in un piccolo comune deve la gente era povera e al sabato fascista la maggior parte non partecipava perché la campagna aveva bisogno di loro, io ricordo bene che quando da giovane iniziai fare il garzone in un panificio, mia madre dovette affrontare diverse difficoltà perché il panificio lavorava anche il sabato. Cose passate ma che è impossibile dimenticare, buona settimana.
    Tomaso

    RispondiElimina
  13. Si cara Gianna, la Danila la sempre tenuta bene custodita come si vede dalla foto vecchia più di 70 anni.
    Tomaso

    RispondiElimina
  14. La Danila mi dice sempre che la chiamavano la secca perché era molto magra da piccola, ora rimane quei ricordi. dice sempre che ora si sta bene, nella sua gioventù ha molto lavorato in campagna.
    Buona settimana cara Maddy.
    Tomaso

    RispondiElimina
  15. una foto che vale tanto,caro Tomaso!
    Buona serata

    RispondiElimina
  16. Le tue foto mi portano a pensare a quante cose abbiamo ora.
    Cose che riteniamo utili,cose inutili.
    Ci siamo riempiti di cose e poi dopo, con i ricordi, ci accorgiamo che la cosa piu utile in assoluto sono semplicemente le persone a cui si vuol bene!
    La tua dolce meta' ne e' la dimostrazione no?
    Grazie ancora per questi tuoi pezzetti privati di vita che condividi con noi.
    Un saluto a te e anche a nigel!

    RispondiElimina
  17. Cara Lucia sono foto di una ventata di ricordi. buona serata amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  18. Cara Luby il tuo commento chiarissimo a centrato tutto, queste foto sono un ricordo di un passato vissuto molto precario di una dittatura che ci è rimasta nel cuore a chi la ha veramente vissuta, oggi che abbiamo tutto e non sappiamo di averlo perché non sanno cosa sia stato quei tragici avvenimenti.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  19. Grazie per averlo fatto fare a noi il tuffo nel passato, in un passato che senza questo tuo ricordo non avremmo potuto vivere.

    RispondiElimina
  20. Caro Vincenzo grazie ate te che sei sempre presente nei miei ricordi.
    questa mattina guardando questa foto mi sono visto io vestito da balilla ahimè io non ho simili foto, questa che ho pubblicato la facevano come propaganda del partito hanno dovuto prepararsi così tutti vestiti, ordine di un gerarca fascista, sono storie vissute erano tempi difficili.
    Tomaso

    RispondiElimina
  21. ciao...penso sia sempre emozionante guardare foto di tanto tempo fa..anche se davvero per tua moglie è come se il tempo non fosse passato.... e poi è un vero documento storico...
    ciao..luigina

    RispondiElimina
  22. Cara Luigina grazie di esserci qui per commentare questa vecchia foto, questa mattina quando mia moglie a trovato questa foto sorridendo mi disse! vide come ero magra quando ero piccola, mi chiamavano! la secca
    una espressione in dialetto veneto.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  23. Caro Zio,
    Quando io e Dilva siamo state al cimitero di Falze' e' proprio questo che ci ha colpite ... i nostri bisnonni, nonni, zii ... hanno contribuito molto alle personne che siamo diventate oggi. I loro sacrifici non sono stati in vano perche' i loro discendenti ... noi piu' giovani ... apprezziamo e condividiamo i valori che erano validi allora, e cioe' il lavoro ben fatto, l'onesta', il rispetto per la famiglia.
    Sono rimasti pochi di quella grande e armoniosa famiglia, ma ci hanno lasciato MOLTO.
    Grazie zio per i cari ricordi. Ho sempre sentito dire che la Nonna Breda era orgogliosa dei suoi figli ... aveva ragione perche' erano tutti belli!
    Nadia

    RispondiElimina
  24. Cara Nadia tu non puoi immaginare quanto piacere avere questi tuoi commenti sul mio passato e presente. io ho molti ricordi dei miei viaggi fatti da voi a Toronto, sono ricordi belli la vostra grandi onestà e amicizia mi molto colpito.
    Sto pensando che devo fare un post dedicati hai parenti in Canada, non so ancora quando lo farò ma sicuramente dovrò vedere quali foto devo mettere, spero di stare bene abbastanza per dedicarvi un post tutto dei ricordi di voi.
    Un abbraccio forte.
    Zio Tomaso

    RispondiElimina
  25. Amo molto guardare le vecchie foto, mute testimonianze del tempo che fu.

    RispondiElimina
  26. ciao
    che bella foto. Belli questi ricordi.

    RispondiElimina
  27. Pensa che anche la mia mamma da piccola viveva in un podere dei Conti Collalto a Sernaglia della Battaglia e mi raccontava delle cose della sua infanzia.
    Questa fotografia è proprio un cimelio!

    RispondiElimina
  28. Una bellissima foto.
    Un abbraccio amico mio.

    RispondiElimina
  29. Che emozione le vecchie foto in bianco e nero. Io passarei delle ore a gurdare quelle ormai ingiallite dei miei nonni. Un abbraccio Tomaso, buona settimana

    RispondiElimina
  30. che belle queste foto antiche! hanno un certo fascino e poi essendo di famiglia sono davvero preziose!
    Baci Baci

    RispondiElimina
  31. Grazie cara Krilù che sei passata per vedere questa vecchia foto che ricorda un tempo molto lontano.
    Tomaso

    RispondiElimina
  32. Cara Robby grazie e buona giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
  33. Cara Adriana l'anno scorso che sono stato nella piana di Sernaglia parecchie delle case coloniche sono rimaste abbandonate a se stesse e molte stanno crollando che desolazione cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  34. Ciao Roberto e grazie della visita.
    Tomaso

    RispondiElimina
  35. Cara Federica le foto sono una testimonianza del passato.
    Tomaso

    RispondiElimina
  36. Hai detto bene cara Elena le foto ci tengono legati al passato.
    Tomaso

    RispondiElimina
  37. Un post per tua moglie ! Wow ! Devi essere una persona dolcissima ;-) .

    RispondiElimina
  38. Si vede che Voi di famiglia non eravate molto convinti di quello che accadeva in quel periodo.
    Si nota dalla foto che padre e figio a dx hanno i copricapi invertiti, inoltre il figlio ultimo a dx ha la croce, merito di guerra del padre, applicata alla maglia!!
    Quando hai tempo visita www.polesine1945.it

    RispondiElimina
  39. Ciao Tomaso, adoro questi tuffi nel passato....ti confesso che l'ho fatto pure io oggi e porta sempre delle emozioni a gala che pensavamo di aver dimenticato.
    Grazie per aver condiviso con noi, buona giornata, un abbraccio.

    RispondiElimina
  40. Anche io trovo che queste foto abbiano un fascino particolare!
    Un abbraccio caro Tomaso e grazie per la tua visita!

    RispondiElimina
  41. ciao Tomaso grazie per questa bella foto, torniamo indietro di parecchio, ogni tanto si rivedono volentieri, ci si confronta, fanno venire anche un po' di malinconia, ciao grazie a presto rosa buona giornata:)

    RispondiElimina
  42. Grazie cara Fata Chiara sono come il zucchero raffinato:)
    Grazie della visita cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  43. Caro Fer Mala mi spiegava mio suocero molti anni dopo che quella foto le hanno imposto di fare ma sai nei paesi i gerarchi ne capivano molto poco.
    Ci faro una visita su quel link che mi hai consigliato.
    Buona giornata amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  44. Mi piace cara Gabriela che la foto ti sia piaciuta e che ha risvegliato in te dei ricordi.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  45. Hai detto bene cara Miky le vecchie foto sono sempre quelle che ti riportano nel passato e questa è veramente una particolare di oltre 70 anni fa.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  46. Si cara Rosa quando penso che questa foto a oltre 70 anni penso a quei difficili tempi.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  47. Ciao Tomaso, si nota molto bene che era al tempo del fascismo, ma del resto se uno non si iscriveva al partito "no se magnava in famegia".
    Speriamo però che quei tempi non ritornino più. Un caro saluto.

    RispondiElimina

Benvenuti qui cari amici e amiche, se poi volete lasciare anche solo un saluto, sarà sempre molto gradito.