calendario con data e orologio



Net-Parade

Migliori Siti

LETTORI FISSI

giovedì 24 febbraio 2011

VECCHI FESTIVAL DI SAN REMO DEL PASSATO

ORA CHE IL FESTIVAL DI SAN REMO È PASSATO, DICO LA MIA.
CARI AMICI E AMICHE, LA MIA NOSTALGIA NON FINISCE MAI.





Sono un vecchio che amo questa musica e queste canzoni che puntano diretto al cuore.
Buon divertimento cari amici e amiche.
Tomaso

54 commenti:

  1. ANCORA UNA VOLTA CONCORDO CON TE!!!!
    IO NON HO LA TUA STESSA ETA' MA AMO QUESTE CANZONI QUANTO TE,
    OVVIAMENTE A ME SONO STATE TRAMANDATE MA HANNO FATTO CENTRO AL CUORE!!!
    NON CONCORDO QUANDO DICI "VECCHIO",IN TE NON RIESCO A TROVARE PROPRIO NIENTE DI VECCHIO!!!!!!!!!!!!!!!!
    buoNA GIORNATA.

    RispondiElimina
  2. Grande Tomaso!
    Proprio ieri mi veniva da canticchiare Papaveri e Papere. Me la cantava la mia mamma.
    Grazie caro amico!
    Lara

    RispondiElimina
  3. L'immensità!! che bella canzone! Quando Dorelli l'ha cantata io avevo pochi giorni!!
    Bellissima!!
    Un bacio e un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Caro Tomaso,
    grazie per aver riproposto queste canzoni.
    Non le conosco direttamente...ma fanno parte della storia della canzone italiana e di un periodo importante... gli inizi della televisione.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. papaveri e papere mi ricorda quando ero piccola: mia mamma me la cantava sempre! :)
    Baci baci

    RispondiElimina
  6. QUESTO per me è sanremo,non quella cosa che ostinano a volerci propinare per tale!
    che artisti ragazzi,io dopo tutti questi anni le canto volentieri,canzoni che cantava a me la mia mamma!
    io di certo non canterei a mio figlio/a quelle del saremo odierno!
    giammai!
    non hanno lo stesso carisma!
    ma vuoi mettere?
    grazie per questa finestra sulla vera canzone italiana!

    RispondiElimina
  7. A me San Remo di oggi non mi piace, mi ricordo mamma che cantava Papaveri e papere ..non ti arrabbiare quando c'èra Renato Zero me lo vedevo ^_* e poi macchè vecchio grrgrr
    Un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  8. Grazie cara Graal,lo accetto come complimento, è il mio modo di dire che sono un vecchio romantico sentimentale, mi ha fatto veramente piacere conoscerti, ti ho già messo nel mio blogroll, così ogni tuo nuovo post lo vedo subito.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. Mi fa piacere sentire che anche te cara Lara ti piacciono le vecchie canzoni. un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  10. Sara carissima che bello sentire che nessuno potrà mai dimenticare una canzone come L'IMMENSITÀ!
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  11. Pensa cara Zicin, Nilla Pizzi cantò GRAZIE DEI FIOR, a San Remo nel l'ontano 1951, non cera la televisione stavamo attaccati all'aradio tutto il tempo del festival.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  12. Elena carissima, quanti ricordi di San Remo di una volta!!!
    Un abbraccio forte
    Tomaso

    RispondiElimina
  13. Luby mi hai quasi commosso con le tue parole, si è vero era un'altro mondo la vera canzone italiana.
    Il sentimento, il romanticismo
    non c è più come una volta.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  14. Cara Anna anche a me piace Renato Zero è un compositore cantante che non conosce rivali.
    Io sono legato per?o molto di più nella melodia di altri tempi.
    Poi a dire il vero a San Remo sono mancati i fiori!!! simbolo della riviera. Un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  15. Hai ragione i fiori si si quelli me li ricordo stupendi!! tanta allegria davano! Sono contenta che apprezzi Renato Zero pensavo che me sparavi via pc hihi
    Buon pranzo Anna

    RispondiElimina
  16. Che bello sentire cara Anna che ti ricordi che i fiori erano quelli che faceva non solo il festiva della canzone italiana ma anche un festival dei fiore della nostra riviera. Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  17. volente o no il festival di San Remo hanno accompagnato la nostra vita, anno dopo anno
    fa parte di noi ormai
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  18. Caro Tomaso, io di anni ne ho 35...ma la nostalgia per i "vecchi Sanremo" la sento anch'io!!...Non tanto per le canzoni, quelle si ascoltano e passano, solo alcune rimangono nei nostri cuori...ma per le serate passate sul divano assieme al mio papà, che l'ultima sera, quella che decretava il vincitore, mi permetteva di rimanere alzata fino a tardi, cosa impensabile per la mia giovane età di allora, e io ricordo che ero emozionatissima e tanto contenta di passare così tanto tempo tra le sue braccia...ecco questi sono i ricordi nostalgici dei miei "vecchi Sanremo". Ciao a presto.

    RispondiElimina
  19. Vecchie glorie italiane.
    Ricordo la Gigliola che faceva tenerezza. Grazie, è giusto non dimenticare.
    Ciao caro Tomaso

    RispondiElimina
  20. Hai detto bene caro Michele, tante cose sono cambiate dal 1951, io avevo 21 anni allora, molte cose sono cambiate, io rimango sempre del mio parere che non ritornerà mai il festival della canzone italiana.
    Sicuro che la musica ha fatto molti cambiamenti ma la melodia sarà sempre melodia. Questo è il mio modesto parere, ciao amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  21. Ila carissima, mi fa piacere sentire come hai ascoltato il vecchi festival di San Remo, eri dunque davanti alla TV, i miei invece erano quelli quando non esisteva la TV, ci si attaccava alla radio le tre serate e si godeva delle belle canzoni, oggi le canzoni sono pure belle ma non sono con quel sentimento che esprimevano allora.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  22. Pensa cara Cristiano che Gigliola Cinguetti con, NON HO LETÀ.
    È l'unica volta che l'Italia a vinto il festival EUROPEO della canzone.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  23. Caro Tomaso, sono canzoni che hanno fatto la storia della canzone italiana, oltre che Sanremo.
    Gli interpreti facevano molta meno scena di adesso, ma la voce c'era, eccome!

    RispondiElimina
  24. Ciao Tomaso, di queste canzoni preferisco di più quella di jonny Dorelli, è meravigliosa. Buona serata carissimo.

    RispondiElimina
  25. Concordo con te caro Tomaso, le canzoni del Festival di Sanremo di una volta, hanno lasciato uns segno nel cuore di tutti, cosa che penso difficilmente faranno le attuali.
    Ciao, buona serata

    RispondiElimina
  26. mi è piaciuto risentire Dorelli. Mamma che voce! Bel tuffo nel passato di Sanremo, caro Tomaso!

    RispondiElimina
  27. Che bella idea Tomaso! le conosco, ma fa sempre piacere risentirle, anche perchè mi ricordano la mia infanzia .. ora sono in un luogo in cui non posso .. alzare il volume. Le ascolterò stasera
    buona serata :))

    RispondiElimina
  28. Vedo cara Stella che sei con me, San Remo è sempre San Remo!!!
    Ma una volta si respirava un'altro clima, forse perché noi eravamo poveri e semplici.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  29. Sono con te cara Tizyana, il sentimento romantico della canzone, e più la voce di Gionni Dorelli, affascina veramente.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  30. Cara Milù, San Remo lascia sempre il segno anche ora, ma quelli di uno volta erano più romantici.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  31. Puoi dirlo forte, Dorelli ha veramente lasciato il segno, con una voce da sogno.
    Buona serata turista di mestiere.
    Tomaso

    RispondiElimina
  32. Mi fa veramente piacere cara Viola, che le vuoi ascoltare quando nessuno ti potrà disturbare.
    Ci riportano indietro nel tempo.
    Un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  33. Le conosco tutte caro Tomaso, e risentirle mi ha fatto molto piacere.
    Allora gli interpreti veniva scelti e supportati non tanto per la presenza scentia quanto sulla voce, e se i testi non erano "impegnati", avevano il pregio di arrivare diritti al cuore!
    Grazie per aver condiviso queste chicche.

    RispondiElimina
  34. Era un altro mondo e un altra televisione,tutto era più pulito e di classe.
    L'immensità,mia madre la cantava sempre e quando fu presentata io avevo solo un'anno!!:-))

    Ciao Tomaso,buona serata!

    RispondiElimina
  35. Ciao Tomaso,
    piacere di conoscerti: giungo a te dal blog di Stella "il bene in noi", ma avevo avuto modo di trovarti precedentemente anche in altri blog, ricavando dalla tua persona sempre la medesima positiva impressione...
    ...ed eccomi qui!
    Sai, oggi come oggi io Sanremo non lo seguo più...ho "solo" (!) 44 anni, ma apprezzo decisamente le canzoni del passato rispetto a molte (non voglio dire tutte) odierne...

    A presto, buona serata!

    Maddy

    RispondiElimina
  36. Tomaso hai detto il vero...

    Sei stato il primooooooooooooooooooo!
    Grazie carissimo amico.
    Bacio

    RispondiElimina
  37. Lo sai, no, che abito a pochi chilometri da Sanremo? Questo per dire che interessanti dei primi Festival sono anche tante altre cose, di cui farò solo un esempio, perché nella mia provincia un po' si va a recuperare la memoria e di questi aspetti un po' si scrive. Tra l'altro sulla base delle fotografie scattate da un mio amico cui qualche volta ho fatto cenno. Insomma, i cantanti di una volta erano veramente alla buona e fraternizzavano alla grande più con la popolazione locale che con i clienti del casinò, dove all'epoca si svolgeva la gara. E poi mi viene in mente un'altra cosa: non tutti negli anni '50 avevano, non dico il televisore, ma neanche la radio, eppure certe canzoni le canticchiavano tutti, bambini, adulti, anziani ... a cominciare da "Papaveri e papere" ...

    RispondiElimina
  38. Achille Togliani con la mitica
    Signorinella,che accoppiata vincente,che emozione!

    RispondiElimina
  39. Buon giorno Sirio vedo che anche te sei un amatore delle vecchie canzoni.
    Oggi pure ci sono delle canzoni che si ascoltano volentieri, quella che vinto questo anno mi piace molto il testo. a presto caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  40. Hai detto bene caro Franz, era un'alto mondo, d'altronde tutto cambia e dobbiamo adattarci anche a questo, Buon fine settimana amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  41. Maddy che bello vedere una nuova visitatrice, mi fa molto piacere,
    e spero che ripasserai per vedere cosa ha vissuto questo vecchietto, che ora è del tutto soddisfatto di aver raggiunto traguardo che lo fa felice. A presto con un abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  42. Caro Adriano, chi meglio di te può essere testimone di quante cose sono cambiate da allora, ricordo che le foto sui giornali di allora erano una meraviglia, il perché rappresentava non solo san San Remo ma tutta la riviera il palco era pieno dei bellissimi fiori, ora sono completamente scomparsi.
    Buon fine settimana caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  43. Caro Costantino, credo che Achille Togliani con la sua caratteristica voce abbia fatto innamorare molte ragazze di quei tempi.
    Buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  44. Ciao Stella, scusa se ho troppo anticipato, sono partito 3 ore prima.
    Buon fine settimana amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  45. Ciao Tomaso piacere di conoscerti, arrivo da te attraverso la splendida Elettra, con questo tuo post, ho fatto un meraviglioso tuffo nel passato che mi ha fatto apprezzare dei grandi artisti! Grazie e buon fine settimana a te e famiglia!

    RispondiElimina
  46. buon week end
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  47. Ciao Tomaso!!!
    Ma che bel tuffo nel passato con questi ricordi del festival!!!
    Sono sempre belle queste canzoni e ancora oggi si cantano...a me le cantavano le nonne e i genitori e io le canto ancora ai miei figli, anche se sono grandi, almeno così possono dire di averle sentite!:-))
    Trovo che i cantanti di un tempo sapessero dare maggiore personalità alle canzoni che interpretavano,ora tendono tutti ad avere lo stesso stile e poche volte trasmettono vere emozioni...

    "L'immensità" è meravigliosa...

    Buona serata caro Tomaso,
    grazie per questo post! :-)

    RispondiElimina
  48. Il piacere cara Sciarada ! tutto mio! è bello vedere una nuova vista, sono già passato per conoscerti meglio nel tuo blog e mi son messo tra i tuoi lettori.
    Spero che ci sentiremo ancora,
    ti auguro un buon fina settimana.
    Tomaso

    RispondiElimina
  49. Ciao e buon fine settimana a te caro Michele, fedele amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  50. Ciao Sabrina, vedo che anche a te piacciono le vecchie canzoni, non saprei il perché ma io adoro la musica e le parole romantiche!
    sono un vecchio romantico sentimentale, fino alla fine dei miei giorni...
    Buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  51. Ciaoooo Tomaso! Cosa credi, ricordo anch'io i vecchi Sanremo!
    La nostalgia che provo non è tanto per Sanremo quanto per quei tempi così diversi da oggi e così lontani.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  52. Ciao Ambra , non avrei immaginato che così tanti si ricordasse dei tempi che San Remo era qualcosa di veramente speciale.
    Buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  53. Mi ricordo l'immensità e naturalmente Gigliola Cinquetti,
    Con Non ho l'età!
    E' stato bello riascoltarle, grazie Tomaso.
    Buona serata Gabry

    RispondiElimina
  54. Bene arrivata anche te cara Gabry,
    Se pensi che la Cinguetti è l'unica che ha vinto il festival della canzone europea, proprio con la canzone! NON HO L'ETÀ!
    Naturalmente L'immensità di Gionni Dorelli è grandiosa.
    Buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina

Benvenuti qui cari amici e amiche, se poi volete lasciare anche solo un saluto, sarà sempre molto gradito.