calendario con data e orologio



Net-Parade

Migliori Siti

LETTORI FISSI

martedì 17 febbraio 2009

Prima parte del viaggio delle sorprese

Il viaggio delle sorprese

Prima parte

Sabato 5 Maggio 2001
Partiti da Venezia tutto sembrava bene arrivati a Londra dovevamo cambiare aeroporto,
Per prendere il volo intercontinentale, li successe già qualcosa in spiegabile che poi lo abbiamo capito in volo, eravamo tutti in attesa di partire dentro il velivolo ma e passato 30 minuti sai nessuno di noi capiva l’inglese cera un gran mormorio, alla fine finalmente l’aereo è partito, normalmente su un volo intercontinentale raggiunto una certa quota incominciano a portare da bere e prepararsi per il pranzo, vidi che qualcuno aveva con se degli alimenti e incominciavano a mangiare, capii subito che qualche cosa non andava, andai da una hostess, e gli feci capire che volevo sapere cosa stava succedendo, capii subito, sciopero delle cucine dell’aeroporto, immaginate affrontare 10 ore di volo senza niente da mangiare, io da vero arrabbiato gli dissi di darmi qualche cosa da mangiare altrimenti avrei combinato qualche cosa, venni il capitano, così fra italiano e tedesco ci siamo capiti, portarono tutta la riserva dei biscotti e greche tutto ciò che era nel velivolo da bere ci hanno portato acqua minerale, coca cola, tanto per tenere un po’ calmi i passeggeri, solo quei pochi che sapevano del sciopero si erano procurati, dei sacchetti da viaggio gli altri cioè la maggioranza non sapeva niente.
Arrivo a Toronto Canada era perfettamente in orario, tutti coloro che non avevano avuto il pranzo ci siamo recati in ufficio della bruiteci Aerlain noi tutti volevamo reclamare, ci hanno fatto riempire un formulario, che poi alla fine del viaggio ci avrebbero rimborsato dei soldi,
La sorpresa non era finita, una valigia di mia cognata era stata smarrita una ora per sapere dove fosse la valigia, era rimasta a Londra e poi imbarcata per L’Australia ci chiesero un indirizzo di recapito noi quella settimana eravamo in casa del fratello di mia moglie, che poi ci avrebbero portato la valigia quando sarebbe arrivata, mia cognata chiese dei soldi per comperare biancheria intima, perché si trovava tutta in quella valigia gli diedero 50 dollari per prendere il necessario, dopo due ore finalmente abbiamo potuto andare a prendere la macchina già prenotata abbiamo avuto una olsmobile targata New York una di quelle che era venuta dagli stati uniti quelle grandi autonoleggio fanno sempre così per riportare la macchina nella loro sede, con la macchina abbiamo potuto visitare Toronto una grande metropoli, la cosa straordinaria è stata salire sopra la torre che sovrasto Toronto il panorama era veramente mozza fiato

La maestosa torre.


denominata. CN Tower, alta 553 Metri ce una veduta di tutta la metropoli un ristorante all’altezza di 350 metri tutto il ristorante e girevole è un anello completamente in vetro così intanto che si pranza vedi tutta la città gira lentamente non si percepisce niente, ci impiega circa una ora a fare il giro completo.

Due vedute dalla torre

Tre giorni dopo arrivò la valigia per fortuna tutta intera, e cosi mia cognata poté finalmente usare la propria biancheria, mia moglie l’aveva aiutata con la sua,
Terminata la prima settimana ci preparammo per partire sperando che tutto
andasse per il meglio.
Segue il numero 2

6 commenti:

  1. Ciao Tomaso.
    Un po' rocambolesco all'inizio, ma poi deve essere stato un viaggio speciale. Anche a me piacerebbe andare a Toronto :)

    Buona giornata Tomaso :)

    RispondiElimina
  2. che bel post... ti ho letto sempre.. ma non riusicvo a commentare per causa del tempo.. sono contenta di poterlo farlo ora^^... che bella esperienza...

    un bacioneeee

    RispondiElimina
  3. Sei tu caro Tomaso ad essere una continua sorpresa........... ed avventura è venirti a leggere.
    Buona giornata un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ciao Lara, fa piacere la tua visita, per conto che ti farebbe piacere vedere Toronto posso dirti che questa metropoli a tante cose da visitare che è sempre difficile scegliere, di sicuro la torre e qualcosa di indescrivibile.

    @ ciao Vane grazie della tua gradita visita.

    @Ciao carissima Calliope, mi fa piacere vederti qui da me, ai perfettamente ragione questo viaggio alla fine posso dirlo forte è stata una vera avventura.

    Un forte abbraccio, a tutte voi tre , Tomaso

    RispondiElimina
  5. Ciao Tomaso,dovresti scrivere cento romanzi della tua vita...hai una memoria di ferro e ci sai donare tante emozioni.
    Forografie magnifiche!

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Grazie Stella della tua gradita visita, a quanto pare ti piacciono le foto, ne avevo fatte tante ma tutte in diapositive, qualcuna la ho fotografata sul telo di proiezione, come vedi hanno perso molto di qualità.
    Per conto della memoria cerco di rinfrescarmi continuamente nel scrivere come sono capace spero che tutti voi capite i miei racconti, sono veramente semplici dietro le mie capacità.
    Un forte abbraccio...

    RispondiElimina

Benvenuti qui cari amici e amiche, se poi volete lasciare anche solo un saluto, sarà sempre molto gradito.