calendario con data e orologio



Net-Parade

Migliori Siti

LETTORI FISSI

mercoledì 25 febbraio 2009

Il carnevale di Viareggio

Carissimi miei visitatori oggi vi do il bion giorno con questo video di vera alegria. Un forte abbraccio a tutti/e

7 commenti:

  1. Caro Tomaso, buongiorno se vieni sul mio blog, troverai un post dedicato a Sandro, che ti porterà direttamente da lui, sarei molto contenta se tu ci andassi. Grazie se lo farai.

    RispondiElimina
  2. Lo già fatto, non ho abbastanza parole per ringraziarti.
    É veramente bello vedere gente anziana nei blog, vedo però che io dovrò entrare in punta di piedi perché non mi sento all'altezza di scrivere delle cose importanti, di questo mi scuso con tutti voi.
    Vi abbraccio tutti con sincerità...

    RispondiElimina
  3. Tomaso sei grande!
    Ti dico una cosa, anche io ho solo la quinta elementare, perchè in collegio dove ho vissuto dai 4 ai 15 anni le scuole si fermavano alla quinta e solo chi pagava poteva continuare...la mia famiglia era povera.Però quello che conta nella vita è quello che riusciamo a fare e a dare con il cuore. Conosco tante persone laureate e sono alberi aridi, che non sanno dare nulla, noi abbiamo dato tanto alla vita, siamo stati in grado di capovolgerla per donare ai nostri figli una vita meno tribolata della nostra.
    La nostra intelligenza partiva dal cuore e non da sciocche nozioni che la scuola insegna...noi abbiamo letto e studiato nel libro della vita.Abbiamo amato questo libro e ne abbiamo fatto la nostra bibbia.Non tutti ne sono all'altezza.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Caro Tomaso
    mi spiace che per un lungo periodo non ho potuto leggerti.
    Alcuni imprevisti sono venuti a trovarmi.

    RispondiElimina
  5. Grazie di cuore cara Rosy, io temo sempre di non sentirmi all'altezza di certe situazioni.
    cordato un episodio era negli anni 78-80 io per arrotondare il guadagno avendo 2 figli che studiavano alla domenica facevo un secondo lavoro cioè il tassista mi ricordo che un cliente salito alla stazione centrale di Zurigo lo dovevo portare al Kinferspital, gli chiesi se aveva un bambino ammalato in quell'ospedale con sorpresa capii che era un famoso chirurgo italiano che andava ad un congresso su questo grande Ospedale, senza volere durante il tragitto è nato un dialogo io italiano emigrante lui un professore, gli chiesi un consiglio, alla fine della maturità di mia figlia cosa mi consigliava di fare se inscriversi alla università di Zurigo oppure una università internazionale italiana, sorridendo disse la faccia studiare qui non si pentirà! difatti si laureò in economia ora sta veramente bene.
    quello che mi disse poi che la maturità della vita degli emigranti e dei loro sacrifici nessuna scuola li può insegnare.
    Un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  6. Ciao caro Lello, il bello è che ci sei di nuovo.
    Un sincero saluto ed un forte abbraccio...

    RispondiElimina
  7. E' una festa che vorrei vivere a Venezia, Viareggio e Cento.

    RispondiElimina

Benvenuti qui cari amici e amiche, se poi volete lasciare anche solo un saluto, sarà sempre molto gradito.